16:27 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
618
Seguici su

Berlusconi al Messaggero ha ribadito l'importanza per l'Italia dei rapporti transatlantici, rivelando di ritenere Joe Biden un alleato strategico, qualora sarà eletto presidente degli Stati Uniti.

Nonostante lo spoglio delle schede sia ancora in corso e non sia ancora stato ufficialmente proclamato un vincitore delle elezioni presidenziali americane, il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi si è esposto in maniera significativa, definendo il candidato del Partito Democratico un importante alleato per l'Europa e l'Italia.

"Joe Biden è un alleato strategico", ha sottolineato il Cavaliere Silvio commentando al Messaggero il risultato ancora incerto delle elezioni del 3 novembre.

Berlusconi ha quindi ribadito l'importanza dei rapporti transatlantici per affrontare alcune delle maggiori sfide sulla scena internazionale, tra cui la questione cinese, quella mediorientale e quella venezuelana:

"Ciò che conta è che i rapporti transatlantici si consolidino per affrontare alcune grandi sfide: dalla tutela dei comuni interessi commerciali con la Cina al consolidamento della Nato, dalla lotta al terrorismo islamico alla pace in Medioriente con la tutela dei diritti di Israele, dalla difesa della democrazia e della libertà in paesi sudamericani come il Venezuela, allo sviluppo del continente africano libero da ingerenze di Pechino", ha spiegato

L'ex premier ha quindi definito l'America "un grande alleato strategico" con il quale l'Europa "condivide valori ed interessi" e verso il quale non verrà mai meno "la vicinanza e la gratitudine".

Le elezioni negli USA

Le elezioni presidenziali si sono svolte negli Stati Uniti martedì 3 novembre. I risultati delle votazioni di diversi Stati quali Pennsylvania, Georgia, Nevada e North Carolina non sono ancora noti.

Secondo i calcoli dei principali canali televisivi americani, il candidato democratico Joe Biden è in testa, per la vittoria finale ha bisogno di ottenere almeno 6 grandi elettori.

In questo senso, potrebbe risultare decisivo lo stato del Nevada, che da solo basterebbe a consegnare le chiavi della casa Bianca all'ex vice di Barack Obama, anche se il vantaggio in altri stati quali Georgia e Pennsylvania lascia più strade al candidato democratico per raggiungere la vittoria.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook