03:52 04 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1152
Seguici su

Il presidente russo Vladimir Putin ha avuto oggi un colloquio telefonico con il presidente dell'Argentina Alberto Frenandez. Le parti hanno discusso la cooperazione economica e il contrasto al coronavirus, riferisce l'ufficio stampa del Cremlino.

La nota osserva che le parti hanno dedicato la particolare attenzione alle questioni legate alla lotta contro la diffusione del coronavirus. Inoltre, sono state discusse le prospettive di attuazione degli accordi esistenti sull'utilizzo del vaccino russo contro il coronavirus Sputnik V.

"Su iniziativa della parte argentina, si è svolta una conversazione telefonica tra il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin e il presidente della Repubblica Argentina Alberto Fernandez. È stata confermata l'intenzione di sviluppare ulteriormente una cooperazione reciprocamente vantaggiosa tra Russia e Argentina in tutte le aree principali, compreso il settore economico-commerciale", riporta la nota del Cremlino.

Il direttore del Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF) Kirill Dmitriev ha accolto con favore gli accordi tra i due paesi sulla fornitura del vaccino Sputnik V, nonché gli appelli del presidente argentino a non politicizzare i temi della pandemia di coronavirus e dell'acquisto di farmaci per la prevenzione dell'infezione.

"Il successo nella lotta alla pandemia dipende direttamente dalle azioni coordinate di tutti i paesi: tale interazione deve essere condotta al di fuori della politica e basarsi esclusivamente sui principi dell'umanità e dell'accesso equo al vaccino per tutti i paesi. La Russia è aperta per la cooperazione nel campo della garanzia della sicurezza epidemiologica con tutti i paesi in assoluto", ha dichiarato Dmitriev.

"Secondo un recente sondaggio, gli argentini che vogliono vaccinarsi preferiscono proprio il vaccino russo: si basa sulla comprovata piattaforma di vettori adenovirali umani che ha dimostrato la sua efficacia e sicurezza. Allo stesso tempo sottolineo che il nostro mercato prioritario era e rimane la Russia, perciò tutte le forniture di vaccini all'Argentina saranno non a sfavore delle forniture del farmaco sul mercato interno", ha aggiunto Dmitriev.

L'amministratore delegato del RDIF ha osservato che le dosi del vaccino per l'Argentina saranno prodotte fuori dalla Russia.

"Il vaccino per l'Argentina sarà prodotto fuori dal nostro paese. RDIF ha già siglato accordi sulla produzione del farmaco con cinque aziende in Brasile, India, Cina e Corea del Sud. Al momento, si stanno preparando ad avviare la produzione su vasta scala del farmaco russo", ha aggiunto.

In precedenza, a novembre, Fernandez aveva riferito che la Russia potrebbe fornire 25 milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus all'Argentina a dicembre-gennaio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook