03:49 04 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
107
Seguici su

Il coronavirus mutato è noto per rispondere più debolmente agli anticorpi e quindi rappresenta il rischio che i futuri vaccini non funzionino come previsto.

La Danimarca, il più grande produttore mondiale di visoni, ha affermato che avrebbe soppresso tutti gli animali dopo che una versione mutata del nuovo coronavirus si era diffusa nelle fattorie e nel personale infetto, ha riferito TV2.

La mutazione potrebbe comportare il rischio che "i futuri vaccini contro il coronavirus possano non funzionare come dovrebbero", ha avvertito il primo ministro Mette Frederiksen in una conferenza stampa, sottolineando la necessità di futuri abbattimenti.

"Il virus mutato potrebbe quindi avere gravi conseguenze negative per la risposta del mondo intero alla pandemia in corso", ha spiegato Frederiksen. Allo stesso tempo, la misura di emergenza fermerebbe completamente l'industria per un certo numero di anni, ha ammesso Frederiksen.

Il direttore dello State Serum Institut, Kåre Mølbak, ha definito la situazione "molto grave". Mølbak ha stimato che dal quattro al cinque per cento delle persone infette nello Jutland settentrionale potrebbe avere la versione mutata del coronavirus, nella quale gli anticorpi non uccidono immediatamente l'infezione.

"Lo scenario peggiore è una pandemia che ricominci da cap in Danimarca", ha detto Mølbak.

Finora, dodici danesi sono stati registrati come infetti dalla forma mutata del coronavirus. Il COVID-19 è stato rilevato in 207 allevamenti di visoni danesi.

La più grande industria del visone da pelliccia al mondo

L'industria del visone danese è la più grande al mondo nel suo genere. L'anno scorso, la Danimarca ha prodotto 24,5 milioni di pellicce di visone e l'industria ha registrato un fatturato di 5,2 miliardi di DKK (circa 800 milioni di dollari).

Secondo una stima della polizia, dovrebbero essere abbattuti tra i 15 ei 17 milioni di visoni. Le forze armate e i vigili del fuoco saranno coinvolti nella grande abbattimento.

Non sarà possibile per gli allevatori di visoni tenere singoli animali.

"Anche la conservazione di un piccolo numero di animali da riproduzione costituirà un rischio", ha sottolineato il ministro dell'alimentazione, dell'agricoltura e della pesca Mogens Jensen, ammettendo che ciò significherebbe una chiusura di fatto dell'industria dei visoni danese per almeno un certo numero di anni.

All'Associazione degli allevatori di visoni danesi, la decisione è stata vista come un "disastro" e "un giorno nero".

Il problema si registra anche in Olanda.

Finora, la Danimarca ha registrato un totale di 50.530 casi di COVID-19, con 729 decessi.

Correlati:

La Danimarca ucciderà un milione di visoni causa coronavirus, l’OIPA denuncia
Olanda, avviato l’abbattimento di massa dei visoni nelle fattorie con casi di COVID-19
Coronavirus in Olanda, ipotesi contagio di persone da visoni
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook