17:07 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

I Servizi segreti svizzeri (FIS), in collaborazione con i colleghi austriaci, sta studiando i possibili legami degli aggressori a Vienna con la Confederazione Svizzera, ha detto alla Sputnik la portavoce della FIS Isabelle Graber.

"Per quanto riguarda l'attacco a Vienna, la polizia federale e il servizio di intelligence federale stanno attualmente indagando su possibili collegamenti con la Svizzera in stretta collaborazione con le autorità cantonali e austriache", ha detto Graber, commentando l'arresto di due persone nel cantone di Zurigo in collegamento con l'attentato terroristico di Vienna.

Martedì la polizia ha arrestato due svizzeri di 18 e 24 anni.

L'attentato a Vienna

Lunedì, una serie di sparatorie ha scosso il centro di Vienna. I media hanno riferito che una sinagoga è stata presa di mira. Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha detto che l'incidente è stato un attentato terroristico. Tre persone sono state uccise. Secondo le forze dell'ordine, un aggressore è stato eliminato, almeno un altro è ricercato. Il ministro dell'Interno austriaco Karl Nehammer ha detto che l'assassino era un sostenitore del gruppo terroristico Daesh.

Correlati:

Covid, Svizzera: in caso di sovraffollamento negata la rianimazione ad anziani malati
Coronavirus in Svizzera, se la tendenza non cambia possibile lockdown dal 28 ottobre
Vienna, Gaiani (Analisi Difesa): "Il terrore colpisce l'Europa indebolita da Covid e immigrazione"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook