17:01 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
424
Seguici su

La sparatoria a Vienna lunedì sera ha provocato la morte di quattro persone e il ferimento di oltre 20, uno dei quali è morto oggi in ospedale portando il bilancio complessivo delle vittime a 5. L'aggressore è stato ucciso dalla polizia durante l'operazione.

L'organizzazione terroristica del Daesh* (nota anche come Isis o Stato Islamico - ndr) ha rivendicato l'attacco a Vienna, ha riferito la Reuters, citando la dichiarazione del gruppo jihadista su Telegram.

In precedenza si era saputo che due persone legate all'esecutore degli attentati di Vienna sono state arrestate nella città svizzera di Winterthur, ha riferito la polizia del cantone di Zurigo.

"Le indagini della polizia hanno portato all'identificazione di due svizzeri, di 18 e 24 anni, entrambi arrestati nel pomeriggio di questo martedì [3 novembre]", si legge in un comunicato pubblicato sul sito della polizia.

Era stato inoltre comunicato che le forze dell'ordine stanno attualmente chiarendo in che misura i due fermati fossero legati all'aggressore di Vienna.

Vienna sotto attacco

Lunedì sera diverse sparatorie sono avvenute in centro a Vienna, uno degli obiettivi dell'attacco, secondo i media, era una sinagoga. Secondo le forze dell'ordine, l'aggressore è stato ucciso, almeno un altro è ricercato. Cinque persone sono state uccise. Il ministro dell'Interno austriaco Karl Nehammer ha affermato che il terrorista era sostenitore del gruppo jihadista dello Stato Islamico* (Isis o Daesh). 

*Gruppo terroristico illegale in Russia

Tags:
Austria, Vienna, Terrorismo, Daesh, ISIS
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook