20:45 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 06
Seguici su

Il presidente francese è stato recentemente attaccato nel mondo musulmano a causa dei suoi commenti sulle caricature del profeta Maometto e delle sue accuse all'Islam. Diversi paesi hanno chiesto il boicottaggio dei prodotti francesi, mentre il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha detto che Macron ha bisogno di "controlli mentali".

Al-Qaeda* nel Maghreb islamico  (AQMI) ha invitato i seguaci a uccidere chiunque insulti Maometto e ha minacciato il presidente francese Emmanuel Macron in seguito ai suoi commenti sull'Islam e sulle controverse caricature di 'Charlie Hebdo' raffiguranti il profeta.

"Uccidere chiunque insulti il profeta è un diritto di ogni musulmano", è la citazione fatta dall'agenzia di stampa Agence France Press di una dichiarazione attribuita all'organizzazione terroristica.

AQMI ha affermato che il boicottaggio dei prodotti francesi è "un dovere", ma che non è sufficiente per vendicare le dichiarazioni di Macron. Il gruppo ha descritto il leader francese come una persona "giovane e inesperta", che ha "poco cervello" e che "ha insistito nell'offendere il profeta".

Le relazioni tra la Francia e parti del mondo musulmano si sono recentemente inasprite a seguito dell'omicidio di Samuel Paty, insegnante di scuola in un sobborgo di Parigi. Il suo assassino, un immigrato musulmano di 18 anni, lo ha decapitato dopo aver appreso che questi aveva mostrato caricature di Maometto ai suoi allievi durante le lezioni sulla libertà di parola.

Il Corano non dice nulla sulle raffigurazioni di Allah o del profeta Maometto; tuttavia, i musulmani duri e puri si oppongono alle caricature. La satira sull'Islam o sui suoi rappresentanti è considerata "blasfema" e in alcune teocrazie fondamentaliste è punibile con la morte.

Macron ha condannato l'uccisione del maestro, che ha descritto come un "eroe" che incarnava i valori della Francia e gli ha conferito postuma la più alta onorificenza civile del paese: la Legion d'Honneur. In un discorso commemorativo il presidente francese ha difeso il gesto di Paty, affermando che la decisione dell'insegnante è protetta dal diritto francese alla libertà di parola.

"Continueremo, insegnante. Difenderemo la libertà che hai insegnato così bene", ha detto di fronte ai 400 ospiti presenti alla cerimonia commemorativa.

La dichiarazione di Macron, così come la decisione di proiettare caricature sugli edifici governativi in tutta la Francia, ha causato un putiferio in alcuni paesi musulmani. Proteste su larga scala si sono svolte in Bangladesh, Libano e Malesia. Il primo ministro pakistano, Imran Khan, ha definito i commenti di Macron divisivi, mentre il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato che il leader francese ha bisogno di "controlli mentali".

Anche Pakistan e Turchia hanno lanciato il boicottaggio dei prodotti francesi.

*Al-Qaeda nel Maghreb islamico è designato come gruppo terroristico in Russia e in molti altri paesi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook