04:28 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
131
Seguici su

Il leader di Alternativa per la Svezia Gustav Kasselstrand ha accolto con favore il "sincero desiderio di assistere il popolo svedese nella lotta contro l'immigrazione musulmana", il leader di Linea Dura Rasmus Paludan, e lo ha descritto come una "risorsa importante".

Il politico danese Rasmus Paludan, il leader del partito anti-islam Linea Dura, si è unito al partito svedese Alternativa per la Svezia (AfS) dopo aver recentemente confermato la sua cittadinanza svedese.

Per riconoscimento dello stesso Paludan, l'idea è di "svegliare il popolo svedese" e aiutare l'AfS a entrare in parlamento nelle elezioni del 2022.

Paludan ha descritto AfS come l'unico partito in Svezia che ha "costantemente sostenuto la necessaria rigida politica di rimpatrio". AfS ha sostenuto l'immediata cessazione dell'immigrazione per asilo, l'immigrazione di parenti e le quote per i rifugiati e il rimpatrio massiccio. Secondo Paludan, questo "deve essere fatto" se il popolo svedese vuole sopravvivere.

Ricordando un precedente divieto d'ingresso in relazione a un rogo pianificato del Corano a Malmö, punto fermo del repertorio del partito, Paludan è arrivato a dire che il governo svedese avrebbe "paura" di lui.

"Temono che io possa dimostrare che il governo ha permesso a centinaia di migliaia di criminali violenti di entrare nel Paese", ha detto Paludan in una nota.

Il leader dell'AfS Gustav Kasselstrand ha detto che il partito è "molto felice" del suo nuovo membro, accogliendo il "sincero desiderio di Paludan di assistere il popolo svedese nella lotta contro l'immigrazione musulmana" e descrivendolo come una "risorsa importante".

Nelle parole di Kasselstrand, Paludan "a rischio della sua vita ha chiarito uno dei più grandi conflitti del nostro tempo, quello tra Europa e Islam".

Il partito Linea Dura

Il partito etno-nazionalista e anti-islamico Linea Dura per poco non è riuscito a raggiungere la soglia per entrare nel Parlamento danese nel 2019. L'Alternativa per la Svezia è stata fondata nel 2017 dai democratici svedesi anticonformisti che pensavano che il loro partito madre conservatore nazionale si fosse addolcito su molte questioni. Sostiene il rimpatrio degli immigrati, il non interventismo, l'uscita della Svezia dall'Unione europea, un sistema di tassazione piatta (flat tax) e l'opposizione alla NATO. Attualmente è il secondo più grande partito svedese senza rappresentanza parlamentare.

Rasmus Paludan ha guadagnato fama e notorietà in Danimarca attraverso manifestazioni contro l'Islam nelle aree presenti nell'elenco ufficiale dei ghetti del paese, che vengono successivamente rilasciate come video. Le manifestazioni sono considerate provocatorie in quanto comunemente caratterizzano l'incendio o lo strappo del Corano, ma celebrate come un esercizio di libertà di parola da parte del partito stesso. Da allora, numerose minacce e tentativi di omicidio hanno posto Paludan sotto la totale protezione della polizia.

All'inizio di quest'anno, Paludan ha fatto notizia a livello internazionale dopo che un gruppo di attivisti collegati a Hard Line ha pubblicato un video in cui bruciavano una copia del Corano a Malmö, seguito da atti simili in altre città svedesi. Ciò ha scatenato violente rivolte islamiche e dozzine di arresti.

Correlati:

Bangladesh, uomo linciato e dato alle fiamme per aver accidentalmente calpestato il Corano
Rogo del Corano: I musulmani cercano di modificare la costituzione svedese
Svezia, Corano dato alle fiamme da militanti del partito di estrema destra Linea Dura - Video
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook