17:07 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
302
Seguici su

Sin dall'omicidio di George Floyd Portland è stata teatro di proteste e scontri tra i social justice warrior, Black Lives Matter e gruppi legati alla estrema destra.

Cresce la tensione nello stato di Washington, negli USA, dove sono scoppiate nuove proteste in seguito all'uccisione di un afroamericano 21enne a Hazen Dell, 12 chilometri a nord di Portland. Lo riferisce il Washington Post.

La nuova vittima delle violenze della polizia americana nei confronti della comunità nera è Kevin E. Peterson Jr, che ha lasciato la sua compagna e sua figlia.

In un comunicato, lo sceriffo della Contea di Clark, Chuck Atkins, ha riferito che una task force delle forze dell'ordine della contea stava eseguendo un'operazione anti-droga. Non è chiaro tuttavia se Peterson Jr. fosse coinvolto in quest'ultima.

In relazione al caso è stato aperto un fascicolo d'inchiesta che sarà gestito dal Southwest Washington Independent Investigation Team e dal Dipartimento di polizia di Camas.

Portland è una delle città degli Stati Uniti maggiormente interessate dalle proteste dei social justice warrior e del Black Lives Matter contro la violenza delle forze di polizia sin dall'uccisione di George Floyd nello scorso mese di maggio.

Proprio qui ha però anche sede il gruppo ultraconservatore dei Patriot Prayer, che nei mesi scorsi è stato a sua volta protagonista di scontri e raduni in favore dell'attuale presidente americano Donald Trump.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook