16:14 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1381
Seguici su

Il presidente Donald Trump, in occasione di uno degli ultimi comizi della sua campagna elettorale per le presidenziali, ha rilasciato delle dichiarazioni destinate a far discutere sui medici americani e la pandemia di Covid-19.

Durante un comizio tenuto in Minnesota, il presidente americano Donald Trump è andato all'attacco dei medici, aderendo con alcune sue dichiarazioni ad alcune teorie complottistiche secondo le quale gli operatori sanitari avrebbero interesse nel gonfiare i bilanci delle vittime da Covid-19 per tornaconto personale.

 "I nostri medici fanno più soldi se qualcuno muore di Covid. Lo sapete: sono persone intelligenti", sono state le parole del tycoon riprese dalla CNN.

Ieri l'inquilino della Casa Bianca in un tweet si è espresso sull'andamento della crisi pandemica degli Stati Uniti, affermando che il Paese sta affrontando la situazione meglio di quanto lo stia facendo l'Unione europea.

Quello di Trump in Minnesota è stato uno degli ultimi comizi prima delle elezioni presidenziali che si terranno martedì 3 novembre.

Il Covid-19 negli USA e in Ue

Negli Usa oggi sono stati registrati circa 91.000 nuovi casi di Covid-19, la cifra più alta dall'inizio della pandemia. Secondo la John Hopkins University sono 8.944.934 le infezioni confermate negli Stati Uniti da inizio crisi, a fronte di oltre 228.000 vittime.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook