03:33 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 04
Seguici su

In Corea del Sud alcune persone hanno ricevuto una dose di vaccino antinfluenzale che tuttavia doveva essere distrutta per mala conservazione, riporta la notizia l'agenzia di controllo e prevenzione delle malattie della Corea del Sud (KDCA).

Il programma di vaccinazione nel Paese era stato temporaneamente sospeso il 22 settembre dopo aver scoperto che alcune dosi del vaccino antinfluenzale fornito dalla Shinsung Pharm.Co erano state conservate in modo scorretto.

Questo aveva provocato dubbi sulla sicurezza di tali dosi. In totale sono circa 5 milioni le dosi sequestrate e smaltite secondo quanto riferito da KCDA.

Come si è scoperto in seguito, una certa quantità di dosi sono state utilizzate comunque nel quadro del programma di vaccinazione.

Il numero preciso di queste dosi usate è ancora da determinare.

Ad oggi sono circa 15 milioni le persone in Corea del Sud che sono state vaccinate contro l'influenza stagionale, 9,5 milioni di esse con il vaccino statale.

La maggior parte delle persone che sono state vaccinate appartengono ai gruppi ad alto rischio, come i bambini sotto i 12 anni di età (3,3 milioni) e le persone sopra ai 62 anni (4,2 milioni).

Secondo KDCA sono stati segnalati un totale di 789 casi di reazione avversa al vaccino, compresi rush cutanei, reazioni allergiche e febbre.

Ad ottobre la Corea del Sud ha registrato 36 morti tra persone che erano state recentemente vaccinate contro l'influenza.

Il collegamento tra le morti e la vaccinazione non è stato confermato e le autorità sanitarie negano ci sia un nesso.

Il Presidente della Corea del Sud Moon Jae-in ha invitato i propri cittadini a fidarsi delle dichiarazioni dei dottori in quanto la sicurezza del vaccino è stata comprovata e tutte le dichiarazioni degli specialisti sono basate sui dati delle "autopsie, ricerche e studi approfonditi" sui decessi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook