03:27 04 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
3120
Seguici su

Già depositata la documentazione preliminare per la registrazione del vaccino Sputnik V nel paese sudamericano. Farà da capofila lo stato del Paranà: a registrazione avvenuta verranno avviate la produzione e la distribuzione del vaccino in Brasile.

Il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF, fondo sovrano della Russia), União Química Farmacêutica Nacional e il governo dello Stato del Paraná annunciano il pre-invio della documentazione preliminare all'Agenzia Nazionale di sorveglianza sanitaria del Brasile (ANVISA) per registrare il vaccino russo Sputnik V, il primo vaccino al mondo contro l'infezione da coronavirus, in conformità con le procedure normative brasiliane.

I documenti sono stati depositati presso ANVISA il 29 ottobre 2020.

L'11 agosto, il vaccino Sputnik V sviluppato dall'Istituto Nazionale di Ricerca Epidemiologica e Microbiologica Gamaleya è stato registrato dal Ministero della Salute della Federazione Russa ed è diventato il primo vaccino registrato al mondo contro COVID-19 basato sulla piattaforma dei vettori adenovirali umani.

Kirill Dmitriev, amministratore delegato del Fondo russo per gli investimenti diretti, ha commentato:“RDIF e União Química, con il sostegno del Governo dello Stato del Paraná, stanno cooperando in modo proattivo con l'Agenzia Nazionale di Sorveglianza Sanitaria del Brasile (ANVISA), che ha svolto un ruolo fondamentale e sensibile per garantire la registrazione del vaccino Sputnik V nel paese il prima possibile. La registrazione consentirà l'avvio della produzione e distribuzione del vaccino in Brasile. Sebbene la situazione globale del COVID-19 non sia ancora migliorata, la nostra partnership sul vaccino Sputnik V aiuterà a coordinare gli sforzi dei nostri paesi e fornirà alla popolazione brasiliana un vaccino sicuro ed efficace basato sulla piattaforma ben studiata dei vettori adenovirali umani "

Informazioni dettagliate sul vaccino Sputnik V, la piattaforma tecnologica dei vettori adenovirali umani e altri dettagli sono disponibili su sputnikvaccine.com.

Il 4 settembre, un documento di ricerca sui risultati delle sperimentazioni cliniche di Fase I e Fase II del vaccino Sputnik V è stato pubblicato su una delle principali riviste mediche internazionali, The Lancet.

Attualmente in Russia e in altri paesi sono in corso studi clinici post-registrazione del vaccino Sputnik V che coinvolgono più di 40.000 volontari.

La produzione dei primi lotti del vaccino Sputnik V sarà presto lanciata in Brasile come parte dell'accordo di trasferimento tecnologico tra RDIF e União Química.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook