18:52 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

In Russia nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 18.283 nuovi casi di contagio da coronavirus. È il nuovo record negativo di nuovi contagi in un giorno.

Ieri i nuovi contagi in Russia hanno superato per la prima volta i 18mila. Il totale dei contagi accertati in Russia da inizio pandemia viene ora aggiornato a 1.599.976, dopo i 18.283 nuovi casi registrati ieri, ha comunicato alla stampa stamane a Mosca il Centro per la lotta al coronavirus della Federazione.

“Nelle ultime ventiquattro ore in Russia sono stati registrati 18.283 nuovi casi di contagio da coronavirus dei quali 4.072, pari al 22,3%, privi di manifestazioni cliniche al momento, per tanto da definirsi asintomatici”, si legge nel bollettino.

Il totale dei contagi accertati nella Federazione ora viene aggiornato a 1.599.976, il tasso di incremento giornaliero è risalito all’1,2%.

Nelle ultime ventiquattro ore vi sono stati 355 decessi per causa o concausa COVID-19, il totale dei decessi da inizio crisi viene aggiornato a 27.656.

Le guarigioni certificate ieri sono state 14.519, per un totale di 1.200.560 guariti in tutto il Paese dall’inizio della diffusione del virus.

La permanenza del saldo negativo tra nuovi guariti e nuovi contagiati, ha portato il numero dei casi attualmente attivi a 371 760, quasi uno ogni tre e mezzo dei quali, 104.667, nella sola capitale. Mosca ieri ha registrato 5.268 nuovi casi e 69 decessi connessi al COVID-19. In tutto la città da inizio crisi ha registrato 419.196 contagi e 6.713 decessi.

Nella giornata l’unica suddivisione amministrativa non interessata da nuovi contagi è stato il Circondario Autonomo della Ciukotka. Il Circondario dei Nenec, unica regione rimasta a non aver mai accusato decessi connessi al coronavirus, ieri ha avuto 6 casi.

San Pietroburgo rimane la seconda suddivisione più colpita, 801 nuovi casi registrati ieri, 3.801 decessi da inizio crisi, 36 dei quali ieri.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook