08:07 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
121
Seguici su

Il presidente francese Emmanuel Macron si è recato in visita a Nizza dopo l'attacco della mattina. Parlando alla stampa ha confermato che si tratta di un attentato ed ha annuncio l'impiego di un maggior numero di uomini dell'esercito a protezione dei luoghi di culto.

Il presidente francese Macron a Nizza ha dichiarato che la Francia è stata nuovamente colpita da un attacco terroristico.

"Un'altra volta il nostro paese è stato colpito da un attacco terrorista islamista. Questa mattina a Nizza nella Basilica di Notre Dame sono morti tre nostri compatrioti" - ha detto Macron.

Accompagnato dal ministro dell'Interno Gerald Darmanin e dal ministro della Giustizia Eric Dupon-Moretti, davanti alle telecamere Macron ha rivolto ai francesi un appello all'unità ed alla fermezza.

"Se siamo stati attaccati ancora una volta è per i valori che sono nostri, per il culto della libertà, la possibilità di crescere liberamente sul nostro suolo" - ha spiegato il capo di Stato francese.

Macron ha anche aggiunto che nell'ambito dell' "Operation Sentinelle" i militari mobilizzati per la sicurezza sul territorio salgono da 3mila a 7mila:

"Per proteggere tutti i luoghi di culto, e le scuole" - ha precisato Macron.

Gli attentati in Francia 

Questa mattina a Nizza un uomo ha ucciso tre persone in un attacco all'arma bianca avvenuto all'interno della Basilica di Notre Dame di Nizza, mentre qualche ora dopo un'altra persona si è lanciata al grido di Allah Akbar contro le forze di polizia ad Avignone, venendo abbattuto dal fuoco di risposta degli agenti.

Poco dopo è stato reso noto che un agente di sicurezza del consolato francese a Jeddah, in Arabia Saudita, è stato accoltellato da uno sconosciuto, finendo in ospedale dove si trova non in pericolo di vita. L'uomo è stato invece arrestato dalla polizia saudita.

Per tutti e tre gli attacchi l'ipotesi più accreditata è quella della matrice islamista.

Solo qualche settimana fa il Paese transalpino era stato scosso dall'attentato che aveva portato alla morte per decapitazione di Samuel Paty, un professore di storia di Parigi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook