18:33 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
317
Seguici su

L'identità del ventenne che ha ucciso tre persone questa mattina a Nizza non è ancora nota perché non aveva con sé alcun documento di identità. Tuttavia, la polizia ha preso le sue impronte digitali che verranno utilizzate per stabilirlo.

Questo giovedì 29 ottobre verso le nove del mattino, un uomo armato di coltello ha aggredito diverse persone nella basilica di Notre-Dame de l'Assomption a Nizza. Tre persone sono morte, almeno una delle quali è stata sgozzata.

La polizia ha neutralizzato l'aggressore ferendolo con un colpo d’arma da fuoco all'esterno dell'edificio.

Il 23enne, secondo i rapporti del giornale locale Nice-Matin, non aveva con sé alcun documento di identità quando è stato perquisito. AFP riferisce che l’aggressore ha detto di chiamarsi Brahim e avere 25 anni.

Secondo il sindaco della città, Christian Estrosi, "l'autore dell’attentato continuava a gridare 'Allahu akbar' mentre riceveva cure mediche".

​A seguito delle ferite riportate, è stato portato all'ospedale Pasteur dove è stato ricoverato in terapia intensiva.

Secondo Nice-Matin, avrebbe avuto l'aiuto di un complice, attualmente ricercato.

L'ufficio del procuratore nazionale antiterrorismo (Pnat) ha aperto un'indagine per "omicidio" e "tentato omicidio".

Le vittime

In un primo momento, fonti della polizia parlavano di soli feriti ma in tarda mattinata è stato reso definitivamente noto che vi fossero tre vittime accertate, riferisce AFP.

Secondo Nice-Matin, due persone sono state uccise dall'aggressore in chiesa, un uomo e una donna, mentre una terza vittima, gravemente ferita, aveva cercato rifugio in un bar, ma alla fine anch’essa è deceduta.

Secondo le stesse fonti tra le vittime ci sarebbe il sacrestano della basilica, un laico di circa 45 anni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook