03:55 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
171
Seguici su

A luglio il principale sito di arricchimento dell'uranio dell'Iran a Natanz ha subito danni significativi a seguito di una grave esplosione. L'Organizzazione per l'energia atomica iraniana ha successivamente affermato che l'incidente è il risultato di un'azione di sabotaggio.

Immagini satellitari hanno rivelato lavori di costruzione in corso presso l'impianto nucleare di Natanz in Iran dopo che lo scorso luglio un'esplosione aveva gravemente danneggiato il più grande impianto di assemblaggio di centrifughe del Paese, secondo quanto riportato dall'Associated Press, con riferimento ai materiali forniti da Planet Labs.

​Una delle foto, analizzata dagli esperti del James Martin Center per le ricerche di non proliferazione del Middlebury Institute di Studi Internazionali, mostra presumibilmente che l'area è stata ripulita con qualcosa di simile a macchine da costruzione e una nuova strada a sud di Natanz è stata costruita a partire da agosto.

"Quella strada va anche in montagna, quindi potrebbe essere il fatto che stiano scavando un qualche tipo di struttura che sarà di fronte e che ci sarà un tunnel in montagna", ha detto l'esperto dell'istituto Jeffrey Lewis. "O forse che la costruiranno sotto il suolo."

La scorsa settimana, il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) Rafael Grossi ha affermato che Teheran aveva informato la missione di monitoraggio sui lavori di costruzione in corso nella zona.

Nonostante la fine dell'accordo sul programma nucleare dopo il ritiro unilaterale degli Stati Uniti nel maggio 2018, l'Iran fornisce ancora agli ispettori internazionali l'accesso ai suoi siti nucleari, ha affermato l'AIEA.

A settembre, il capo dell'Organizzazione per l'energia atomica dell'Iran (AEOI), Ali Akbar Salehi, ha confermato che Teheran aveva iniziato a costruire "una sala più moderna, più grande e più completa in tutte le dimensioni nel cuore della montagna vicino a Natanz" dopo un'esplosione il 2 luglio ha causato danni quasi irreparabili alla sezione principale della sala riunioni del sito. Lo stabilimento, inaugurato nel 2018, era la struttura cruciale per la produzione e l'assemblaggio di centrifughe.
I funzionari dell'agenzia hanno definito l'incendio e la successiva esplosione seguita come un "sabotaggio".

Tags:
Nucleare, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook