16:53 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
133
Seguici su

A fine settembre Instagram Facebook hanno dichiarato di aver rimosso 242 utenti, 41 pagine, 19 gruppi e 45 account Instagram perché presumibilmente originari della Russia.

La censura dei media russi da parte delle società Internet straniere è diventata sistematica. Google, Facebook e Twitter hanno limitato l’accesso a circa 20 media russi, ha rivelato l’autorità delle telecomunicazioni russa Roskomnadzor.

"La censura delle società Internet straniere nei confronti dei media russi è diventata sistemica, Google (YouTube), Facebook e Twitter limitano l'accesso a circa 20 media russi, tra cui Ria Novosti, Russia Today, Sputnik e Russia-1", ha riferito Roskomnadzor in una dichiarazione.

Come risultato di questi tentativi di controllare i media russi, i russi potrebbero non ricevere informazioni oggettive, ha specificato l’autorità delle comunicazioni russa.

"Varie richieste di fermare la censura dei media russi sono state ignorate", ha continuato Roskomnadzor.

L’Autorità delle comunicazioni ha aggiunto di aver presentato ad entrambe le camere del parlamento russo proposte da inserire nella legislazione nazionale come misure che possano essere attuate per vendicarsi delle censure.

Facebook, Instagram e Twitter hanno inoltre segnalato un aumento di false notizie diffuse da piattaforme straniere.

Correlati:

Cinema, Jeff Bridges de "Il grande Lebowski" ha un linfoma: annuncio su Twitter
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook