18:24 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
8228
Seguici su

Nella notte registrata un'ondata di proteste in diverse città italiane contro le nuove misure del governo per affrontare il coronavirus.

Sembra che le proteste a Napoli contro il nuovo dpcm approvato dal governo per affrontare il coronavirus si stiano diffondendo ad altre città italiane.

Le città più colpite sono Milano e Torino, con proteste violente e scontri per strada. La situazione è tesa anche a Napoli e Trieste.

A Milano sono registrati lancio di pietre, bottiglie, molotov e bombe carta contro le forze dell'ordine. I manifestanti si sono diretti verso la sede della regione Lombardia passando per Corso Buenos Aires. Le forze dell'ordine hanno disperso il corteo con 11 persone che sono state portate in questure a seguito degli scontri. Si registra un solo ferito non grave tra le forze dell'ordine.

A Torino la polizia ha caricato un gruppo di persone che ha lanciato petardi e bottiglie contro la polizia davanti all'edificio della Regione Piemonte. Sono stati appiccati incendi e sono stati rovesciati cassonetti in diverse zone della città, mentre in via Roma sono state infrante vetrine e saccheggiati alcuni negozi. In particolare tra i negozi saccheggiati figura anche Gucci, dal quale erano stati rubati alcuni capi d'abbigliamento, successivamente recuperati dalla polizia: sono stati trovati in due borsoni che portavano con sé due nordafricani bloccati da una volante.Sono due i poliziotti feriti e un ragazzo che è stato ferito alla testa. In tutto sono sette gli arresti e due denunce, tutti pregiudicati.

Sono scesi in strada a Trieste migliaia di titolari di ristoranti, bar, pasticcerie, piscine e palestre relativamente in maniera pacifica, con momenti di tensione solo alla fine quando dei dimostranti hanno lanciato dei fumogeni contro la Prefettura. Secondo quanto riferito, sarebbero stati colpiti anche carabinieri e rappresentanti della stampa.

A Napoli in Piazza del Plebiscito, blindata dalle forze dell'ordine e agenti in tenuta antisommossa dopo le gravi tensioni degli ultimi giorni, si è svolta la manifestazione contro il dpcm del governo e le ordinanze regionali. Hanno preso parte alla manifestazione le categorie più colpite come bar, ristoranti e operatori nel settore turistico. La manifestazione sinora è pacifica e le persone indossano mascherine.

Correlati:

In provincia di Napoli proteste pacifiche contro il lockdown
Proteste da nord a sud per il nuovo Dpcm, esplode la rabbia delle categorie più colpite
Violenze a Napoli, Lamorgese: “Attacchi preordinati, non c’entra il dissenso”
Tags:
Proteste
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook