03:30 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
212
Seguici su

Facebook ha chiesto alla New York University di interrompere un progetto di ricerca sulle pratiche di targeting della piattaforma per gli annunci politici, affermando che si tratta di una violazione dei termini per la raccolta dei dati degli utenti.

"Una settimana fa, Facebook mi ha chiesto di rimuovere AdObserver e cancellare i nostri dati. Il pubblico ha il diritto di sapere come vengono targettizzati gli annunci politici, quindi non accetteremo questa richiesta", recita un post di venerdì di Laura Edelson, studentessa di dottorato e ricercatrice presso l'osservatorio pubblicitario della New York University.

A soli 10 giorni dalle elezioni negli Stati Uniti, Facebook viene attentamente esaminato per il ruolo che gioca nella campagna elettorale e per il modo in cui candidati e gruppi politici lo utilizzano per influenzare gli elettori.

I ricercatori stanno raccogliendo informazioni utilizzando un plugin, chiamato AdObserver, che può essere installato su un browser per copiare gli annunci di Facebook in un database pubblico.

La Edelson e altri ricercatori stanno analizzando quali profili sono scelti come target e da quali tipi di annunci.

"Abbiamo informato la NYU mesi fa che portare avanti un progetto per raccogliere le informazioni sugli utenti di Facebook violerebbe i nostri termini", ha detto il portavoce di Facebook Joe Osborne. 

"La nostra raccolta di annunci, a cui accedono più di 2 milioni di persone ogni mese, inclusa la NYU, fornisce già più trasparenza riguardo la pubblicità e i temi della politica rispetto a TV, radio o qualsiasi altra piattaforma di annunci digitali", ha aggiunto.

Ma la Edelson ha replicato che il sistema non è perfetto.

"La nostra analisi sulla sicurezza informatica mostra la vulnerabilità negli algoritmi di trasparenza di Facebook, che di solito non includono annunci politici nel suo archivio pubblico", ha detto.

Facebook ha inasprito le sue regole sulla propaganda politica in vista delle elezioni del 2020. In particolare, ha vietato i tentativi di minare il processo elettorale e di effettuare dichiarazioni razziste o xenofobe.

La rete di social media sta anche vietando la nuova propaganda politica nella settimana prima delle elezioni del 3 novembre.

Facebook ha detto alla NYU di interrompere il progetto entro la fine di novembre, ma non ha specificato cosa dovesse accadere se continuasse.

 

Tags:
Politica, Società, Social Network, Facebook
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook