08:09 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
281
Seguici su

Nel luglio 2017, l'Assemblea generale dell'ONU ha votato per l'adozione del Trattato sulla proibizione delle armi nucleari (TPAN). L'accordo è stato aperto alla firma nel settembre dello stesso anno e dovrebbe entrare in vigore 90 giorni dopo aver raccolto 50 firme.

Il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari (TPAN) dovrebbe entrare in vigore il 22 gennaio 2021 dopo aver ricevuto 50 firme, dopo essere stato ratificato sabato dall'Honduras e venerdì dalla Giamaica e Nauru, ha annunciato sabato la Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari (ICAN).

La campagna internazionale senza scopo di lucro, che ha contribuito a realizzare il trattato TPAN, ha spiegato che l'entrata in vigore dell'accordo significa che le armi nucleari vedranno un divieto categorico "proprio come le armi chimiche e le armi biologiche".

“Questa è una pietra miliare storica per questo trattato fondamentale. Prima dell'adozione del TPNW, le armi nucleari erano le uniche armi di distruzione di massa non vietate dal diritto internazionale, nonostante le loro catastrofiche conseguenze umanitarie", ha detto l'ICAN in un comunicato stampa. "Ora, con l'entrata in vigore del trattato, possiamo chiamare armi nucleari quello che sono: armi di distruzione di massa proibite, proprio come le armi chimiche e le armi biologiche".

Beatrice Fihn, direttore esecutivo dell'ICAN, ha accolto con favore la presentazione della cinquantesima ratifica del trattato, descrivendola come un momento storico e "un nuovo capitolo per il disarmo nucleare".

“Questo è un nuovo capitolo per il disarmo nucleare. Decenni di attivismo hanno raggiunto quello che molti dicevano impossibile: le armi nucleari sono state bandite”, ha detto il direttore della coalizione vincitrice del Nobel per la pace 2017.

Nel corso della giornata, il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha accolto con favore la ratifica del TPAN da parte di 50 paesi, esprimendo la sua gratitudine alle nazioni che hanno ratificato il trattato e accogliendo favorevolmente il lavoro della società civile.

"(Il trattato) rappresenta un impegno significativo verso la totale eliminazione delle armi nucleari, che rimane la massima priorità di disarmo delle Nazioni Unite", ha detto Guterres, secondo il portavoce Stephane Dujarric.

I paesi membri della NATO non hanno firmato l'accordo tuttavia

Il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari è stato firmato alle Nazioni Unite nel luglio 2017. I paesi membri della NATO hanno rifiutato di firmare l'accordo.

Nell'ottobre 2018, Russia, Regno Unito, Cina, Stati Uniti e Francia hanno dichiarato congiuntamente di opporsi al trattato e si sono rifiutati di firmarlo. L'opposizione al TPAN ha affermato che il trattato non tiene conto dei problemi chiave che devono essere prima risolti per ottenere un disarmo nucleare sostenibile su scala globale, ed è anche contrario al Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, che potrebbe complicare ulteriore disarmo.
 

Correlati:

75° anniversario ONU, Medvedev: "Le Nazioni Unite hanno evitato al mondo la terza guerra mondiale"
ONU: cessate il fuoco in Libia avrà decorrenza immediata
Putin: Onu unica struttura globale per il dialogo basato su parità e partenariato
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook