21:39 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
115
Seguici su

Nella lista nera di Berlino è finita anche la provincia autonoma di Bolzano, oltre a Lombardia, Toscana e Lazio. I viaggiatori dovranno sottoporsi a un periodo di quarantena.

Il governo tedesco considera gran parte dell'Italia ad alto rischio sanitario. Sono 11 le regioni che Berlino ha inserito nella lista delle aree con restrizioni in ingresso. Le restrizioni entreranno in vigore da sabato. 

Fanno parte della lista nera della Germania:

  • Val d'Aosta,
  • Umbria,
  • Lombardia,
  • Piemonte,
  • Toscana,
  • Veneto,
  • Lazio,
  • Abruzzo,
  • Friuli Venezia Giulia,
  • Emilia Romagna,
  • Sardegna,
  • la provincia di Bolzano-Sudtirolo. 

Secondo le regole ad oggi in vigore in Germania, chi proviene da questi luoghi dovrà sottoporsi a quarantena o effettuare il tampone per il COVID-19. 

Nell'elenco aggiornato figurano anche Polonia, Svizzera e gran parte dell'Austria. 

La mappa europea

Nonostante il provvedimento adottato da Berlino, l'Italia attualmente non è considerata una zona rossa dall'Europa. 

Nell'ultima elaborazione della mappa del  Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) sulla situazione del COVID-19 in UE, elaborata in data 15 ottobre, l'Italia è in allerta arancione, tranne per Liguria (rossa) e Calabria (verde). 

​La mappa, tuttavia, dovrà essere aggiornata con i dati degli ultimi giorni, quando si è registrata un'impennata della curva dei contagi e un aumento dei decessi giornalieri.

Tags:
Coronavirus, Germania, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook