02:44 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 70
Seguici su

Secondo quanto riferito, il Ministero della Difesa britannico ha insistito sul fatto che "ci sono numerosi controlli e processi di sicurezza" in atto per "proteggere la sicurezza e l'uso delle armi" a bordo dei sottomarini britannici.

Il Segretario di Stato britannico per la Difesa Ben Wallace ha annunciato di aver preso "in modo incredibilmente serio le questioni di disciplina militare", a seguito della situazione del tenente comandante Len Louw, un ufficiale della Royal Navy che è stato posto sotto inchiesta dopo aver riferito di aver preso il comando del sottomarino HMS Vigilant con in dotazione missili nucleari Trident mentre era ubriaco, riferisce 'The Sun'.

Secondo il giornale, Wallace ha finito per convocare il Primo Lord del mare del paese per fargli "una ramanzina sulla disciplina nucleare" in merito all'accaduto.

Parlando a una simulazione di combattimento dell'esercito, il Segretario alla Difesa ha anche insistito sul fatto che "nessuno ha il controllo di questi tipi di armi complesse".

"Ci sono moltissimi controlli e contrappesi", ha aggiunto.

Il Ministero della Difesa britannico avrebbe anche affermato che "ci sono numerosi controlli e processi di sicurezza per proteggere la sicurezza e l'uso delle armi a bordo di tutti i sottomarini".

Per quanto riguarda la sorte del tenente comandante Len Louw, fonti citate dal giornale hanno detto che è stato "fortemente rimproverato" al suo ritorno a Faslane.

"Laddove la condotta di un individuo non è all'altezza degli standard elevati che ci aspettiamo, non esiteremo a intraprendere l'azione appropriata", ha detto un portavoce della Royal Navy.

In precedenza, il giornale aveva anche riferito che circa un quarto dell'equipaggio del sottomarino era risultato positivo al COVID-19 dopo che i marinai avevano violato le "rigide regole di lockdown" e frequentato i bar locali.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook