18:45 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Chi ha causato la Seconda Guerra Mondiale? Controversia tra Russia e Polonia (39)
2532
Seguici su

Lo storico Andrzej Walicki nella sua ultima intervista prima di spegnersi lo scorso 20 agosto pubblicata oggi sul portale russo "Ogonyok", ha parlato dell'autoinganno della Polonia che determina la sua politica nei confronti dei suoi vicini.

"Ci illudiamo da soli, convincendoci di essere parte dell'Occidente. Non lo siamo e non lo siamo mai stati. Siamo per metà orientali e per metà occidentali", diceva lo storico.

Allo stesso tempo Varsavia, ha osservato l'esperto, non vuole sentirsi un Paese periferico e si sforza di essere il centro dell'Occidente. Questo è esattamente ciò che determina il suo desiderio di avvicinare Ucraina, Bielorussia ed altri Paesi in chiave antirussa.

"L'idea è russofoba e non ha alcuna possibilità di essere realizzata. Non possiamo metterci d'accordo non solo con i russi. Non possiamo nemmeno con gli ucraini, bielorussi e lituani. Continuiamo a trattarli in modo consumistico, da un punto di vista di superiorità, paternalistico. Lo sentono, lo vedono e lo ascoltano," ha detto Walicki.

Allo stesso tempo definiva le relazioni con la Russia il problema principale della Polonia. A suo parere le autorità polacche incolpano costantemente Mosca per i propri fallimenti, e per questo motivo si impantanano nei propri errori e non riescono a trarne una lezione.

"Ci inganniamo come pochi al mondo. Mentiamo su noi stessi e sugli altri. Pertanto non siamo capaci di conversazioni o pensieri seri. Non è davvero possibile pensare seriamente alla realtà e parlare con gli altri quando vivi in ​​assoluta astrazione e quando credi che gli altri siano il male stesso", diceva Walicki.

Andrzej Walicki si è spento il 20 agosto scorso a 90 anni.

In precedenza l'ex presidente polacco Lech Walesa aveva esortato Varsavia e Mosca a risolvere le controversie storiche per facilitare il dialogo.

Diatriba storica tra Russia e Polonia su Seconda Guerra Mondiale

Le autorità russe hanno ripetutamente affermato che alcuni Paesi europei stanno cercando di riscrivere la storia. In particolare si sono segnalati botta e risposta sull'asse Mosca Varsavia in merito all'andamento della Seconda Guerra Mondiale e sul ruolo dell'Armata Rossa: la leadership politica polacca ha persino messo in dubbio il fatto ormai assodato della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche. Nel merito Putin ha affermato che la Russia è obbligata a garantire la conservazione della verità sulla Seconda Guerra Mondiale e a resistere ai tentativi di falsificarne la ricostruzione storica.

Tema:
Chi ha causato la Seconda Guerra Mondiale? Controversia tra Russia e Polonia (39)
Tags:
Russofobia, Storia, URSS, Russia, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook