03:01 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (156)
5301
Seguici su

Lo ha dichiarato Anatoly Braverman, vice direttore del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, che ha lavorato insieme al Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya" per lo sviluppo del vaccino contro il nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

L'interesse globale per il vaccino russo "Sputnik V" contro il coronavirus al momento supera 1,2 miliardi di dosi, ha affermato il vicedirettore del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti Anatoly Braverman.

"Prendiamo atto che circa 200 milioni di dosi possono andare nei Paesi dell'America Latina. Stiamo lavorando attivamente con i nostri partner di Brasile, Messico e Venezuela", ha detto Braverman alla conferenza online congiunta del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti e l'Istituto del Bering-Bellingshausen per gli Studi sulle Americhe dedicata al vaccino russo anti-Covid "Sputnik V" e alle prospettive di cooperazione tra Russia e America Latina in questo ambito.

Il direttore del fondo sovrano russo Kirill Dmitriev ha dichiarato a sua volta che l'RDIF annuncerà presto nuovi accordi sulle forniture del vaccino Sputnik V in Argentina e Perù.

Secondo Dmitriev, in America Latina le prime consegne del vaccino potrebbero concretizzarsi a dicembre.

"A partire da novembre e per tutto dicembre produrremo decine di milioni di dosi di vaccino. Inizieremo ad implementare le forniture a gennaio. Pertanto ci sono solo due problemi. La capacità di produzione, ma possiamo confermare che siamo in grado di fornire grandi volumi già  a dicembre, in quanto lo produrremo in India, Brasile, Corea del Sud, Cina e in un altro Paese", ha detto Dmitriev alla conferenza online congiunta del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti e l'Istituto del Bering-Bellingshausen per gli Studi sulle Americhe dedicata al vaccino russo anti-Covid "Sputnik V" e alle prospettive di cooperazione tra Russia e America Latina in questo ambito.

Dmitriev ha detto che la seconda questione dipende da quanto velocemente le autorità di regolamentazione approveranno il vaccino per l'uso.

"Ad esempio abbiamo fatto domanda per condurre studi clinici in Brasile e speriamo di ricevere un permesso anche a dicembre", ha aggiunto.

Sputnik V: per fornire un'immunità di lungo periodo

Il vaccino contro il coronavirus russo Sputnik V fornirà un'immunità più lunga rispetto ad altri vaccini, grazie a due dosi somministrate e all'uso di un vettore consolidato, ha evidenziato Kirill Dmitriev.

"Ci sono 16.000 persone che sono state vaccinate e mostrano l'elevata efficacia del vaccino", ha detto Dmitriev nella conferenza stampa.

Il fatto che il vaccino sia basato sull'adenovirus umano è il suo principale vantaggio, ha aggiunto il numero uno dell'RDIF.

Secondo Dmitriev, gli scienziati russi hanno insistito per la somministrazione di 2 dosi di vaccino per garantire un'immunità di maggiore durata.

Il vaccino Sputnik V è stato registrato ad agosto, diventando il primo al mondo contro il coronavirus. È stato sviluppato dall'Istituto Gamaleya con il Fondo Russo di Investimento Diretti che ha collaborato in qualità di investitore principale.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (156)
Tags:
Coronavirus, vaccino, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook