17:04 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Tensione nel Nagorno-Karabakh (121)
104
Seguici su

Si comunica che sarebbe stato violato il cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh e che le artiglierie azere avrebbero ripreso i bombardamenti nelle aree settentrionali e meridionali.

Le truppe dell’Azerbaigian hanno ripreso a bombardare con l’artiglieria le aree meridionali e settentrionali del Nagorno-Karabakh, afferma l'esercito del Nagorno-Karabakh. Nonostante il cessate il fuoco proclamato, lunedì mattina sarebbe ripresa l’offensiva sul campo riferiscono i militari della Repubblica non riconosciuta di Artsakh (Nagorno-Karabakh) a maggioranza armena.

“Durante la notte la situazione è rimasta tesa sulla linea di contatto Artsakh-Azerbaijan. In alcune aree l’artiglieria ha continuato a bombardare. Al mattino, nonostante l’accordo di un cessate il fuoco umanitario, le forze nemiche hanno ripreso i bombardamenti missilistici e di artiglieria nelle direzioni settentrionale e meridionale”, ha riferito l’esercito dell’autoproclamata repubblica su Facebook.

Le forze del Nagorno-Karabakh stanno respingendo gli attacchi azeri e controllano la situazione militare, secondo la dichiarazione resa.

Le attività delle forze militari azere: liberati alcuni insediamenti

Il presidente dell’Azerbaigian Aliyev Ilham, afferma che il suo esercito avrebbe preso il controllo di diversi insediamenti nel distretto sud-occidentale di Jabrayil, lungo la linea di contatto del Nagorno-Karabakh.

“Le forze armate dell’Azerbaigian hanno liberato i villaggi… del distretto di Jabrayil dall’occupazione”, ha scritto Aliyev su Twitter lunedì mattina, accusando l’Armenia di violare gravemente il cessate il fuoco.

Il primo ministro dell'Armenia Nikol Pashinyan ha espresso il parere che le battaglie sulla linea di contatto in Karabakh sono in corso per il suo stato, ha scritto su Facebook.

Escalation nel Nagorno-Karabakh

I combattimenti sulla linea di contatto nel Nagorno-Karabakh sono iniziati il ​​27 settembre. Armenia e Azerbaigian si accusano a vicenda di aver riacceso il conflitto, il governo indipendentista filo-armeno della repubblica non riconosciuta denuncia bombardamenti di artiglieria delle forze azere su centri abitati, compresa la capitale Stepanakert. L'Armenia ha dichiarato la legge marziale e - per la prima volta - la mobilitazione generale, sostenendo che Ankara sostiene attivamente Baku. In Azerbaigian è stata invece introdotta una mobilitazione parziale.

I leader di Russia, Stati Uniti e Francia hanno invitato le parti opposte a porre fine agli scontri e ad impegnarsi ad avviare negoziati senza precondizioni. La Turchia ha dichiarato che fornirà all'Azerbaigian qualsiasi sostegno richiesto sullo sfondo di un altro aggravamento della situazione nel Nagorno-Karabakh.

Tema:
Tensione nel Nagorno-Karabakh (121)

Correlati:

Armenia e Azerbaigian concordano il cessate il fuoco umanitario dalla mezzanotte del 18 ottobre
L'Armenia riconoscerà l'indipendenza del Karabakh se l'Azerbaigian rifiuta di dialogare
Erdogan accusa Russia, Usa e Francia di fornire armi all'Armenia per conflitto nel Nagorno-Karabakh
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook