02:49 04 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
2 0 0
Seguici su

La pandemia di coronavirus mette alla prova le aziende più influenti del mondo e Coca-Cola è in testa nella risposta alle nuove sfide che il mercato pone di conseguenza. Dalla fine dell'anno diversi prodotti del noto marchio verranno ritirati dal mercato.

La Coca-Cola non possiede solo la famosa bevanda che rinfresca ogni giorno mezzo mondo. La loro selezione di prodotti è varia, ma non tutti sono ugualmente redditizi. Per questo l'azienda ha deciso di puntare sui più competitivi e con "maggiori potenzialità di crescita" e di lasciarsi alle spalle quelli con "basse performance".

"Abbiamo il coraggio di pensare in modo diverso ai nostri marchi per accelerare la nostra trasformazione in un'azienda di bevande totale. Non si tratta di limitarci a un numero specifico di offerte di prodotti con i nostri marchi. L'obiettivo è generare impatto e crescita", ha affermato Cath Coetzer, presidente delle operazioni di innovazione e marketing della multinazionale in un comunicato.

Va notato che l'azienda assicura che aveva già in programma di ottimizzare la propria offerta di prodotti prima che la pandemia la sorprendesse, ma i responsabili hanno scelto di rispondere in questo modo ai ripetuti problemi di fornitura e alle variazioni della domanda.

Le bevande che lasceranno il mercato, sono Tab (la prima bibita dietetica prodotta da Coca-Cola), acqua di cocco ZICO, Coca-Cola Life, Diet Coke Feisty Cherry, succhi e frullati Odwalla e le bevande Northern Neck Ginger Ale e Delaware Punch, quest'ultima venduta in alcuni stati degli Stati Uniti. Fuori gioco anche i prodotti esteri Vegitabeta (Giappone) e Kuat (Brasile).

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook