06:10 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Tensione nel Nagorno-Karabakh (82)
0 03
Seguici su

Il bilancio delle vittime a seguito dell'attacco missilistico contro la città azera di Ganja ha raggiunto 12 persone, inoltre 40 sono rimaste ferite, secondo quanto riferito dalla Procura generale dell'Azerbaigian.

In precedenza si parlava di 6 morti e 35 feriti. I soccorritori continuano a lavorare sulla zona colpita dai razzi.

A Baku hanno dichiarato che l'attacco contro Ganja è stato condotto con missili balistici tattico-operativi "Scud" (R-17) dal territorio dell'Armenia.

​A sua volta il portavoce del ministero della Difesa armeno Shushan Stepanyan ha smentito la notizia su raid missilistici contro la città azera di Ganja.

Negoziati di Mosca e tregua

I capi delle diplomazie di Baku e Yerevan durante i negoziati a Mosca conclusisi nella tarda serata di venerdì 9 ottobre hanno concordato il cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh a partire da mezzogiorno di sabato 10 ottobre. I ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian erano arrivati a Mosca su invito del presidente russo Vladimir Putin. I negoziati sono durati oltre dieci ore.

Dalla firma della tregua, tuttavia, da una parte e dall'altra dello schieramento sono state registrate diverse violazioni e azioni offensive.

Escalation nel Nagorno-Karabakh

I combattimenti sulla linea di contatto nel Nagorno-Karabakh sono iniziati il ​​27 settembre. Armenia e Azerbaigian si accusano a vicenda di aver riacceso il conflitto, il governo indipendentista filo-armeno della repubblica non riconosciuta denuncia bombardamenti di artiglieria delle forze azere su centri abitati, compresa la capitale Stepanakert. L'Armenia ha dichiarato la legge marziale e - per la prima volta - la mobilitazione generale, sostenendo che Ankara sostiene attivamente Baku. In Azerbaigian è stata invece introdotta una mobilitazione parziale.

I leader di Russia, Stati Uniti e Francia hanno invitato le parti opposte a porre fine agli scontri e ad impegnarsi ad avviare negoziati senza precondizioni. La Turchia ha dichiarato che fornirà all'Azerbaigian qualsiasi sostegno richiesto sullo sfondo di un altro aggravamento della situazione nel Nagorno-Karabakh.

Tema:
Tensione nel Nagorno-Karabakh (82)
Tags:
bombardimento, Situazione nel Nagorno-Karabakh, Nagorno-Karabakh, Armenia, Azerbaigian
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook