15:09 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Secondo le prime testimonianze il conducente dell'autocisterna avrebbe perso il controllo del veicolo mentre alcuni autobus tentavano di superarlo in un tratto in curva.

Si teme che possano essere almeno 20 gli automobilisti morti in un incidente in Nigeria causato dall'esplosione di un'autocisterna. Lo riferiscono i media locali.

Le autorità della sicurezza stradale hanno reso noto che l'incidente è avvenuto intorno alle ore 11:00 (le 10.00 in Italia) dopo che il conducente di un'autocisterna carica di diesel ha perso il controllo del proprio veicolo, finendo contro il guardrail situato dall'altra parte della carreggiata. 

Il liquido altamente infiammabile, sparsosi per tutta la superficie stradale, ha preso fuoco, lambendo l'autocisterna stessa e almeno altri dieci veicoli, tra cui anche quattro autobus privati.

Sul posto sono giunti immediatamente i soccorsi e i vigili del fuoco, con addirittura diversi residenti locali che hanno messo a disposizione i propri veicoli per trasportare i feriti verso le più vicine strutture ospedaliere.

Le forze dell'ordine hanno reso noto di non essere ancora a conoscenza delle esatte cause che hanno portato al disastro, sebbene diversi testimoni abbiano riferito al quotidiano The Nation che l'incidente abbia avuto luogo nel momento in cui gli autobus stavano cercando di sorpassare l'autocisterna in un tratto di curva.

Una sequenza filmata delle conseguenze del tragico incidente è stata mostrata in un servizio diffuso dall'emittente televisiva nigeriana TVC News Nigeria.

Un altro incidente si era verificato ieri sull'autostrada Lagos-Ibadan, con quattro persone che erano morte sul colpo e altre due erano rimaste ferite in seguito allo scontro tra un tir e un autobus.

Sono oltre 8.500 gli incidenti stradali registrati in Nigeria nel periodo compreso tra il gennaio e il novembre del 2019, con un totale di circa 39.800 vittime causate dagli incidenti nel 2018.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook