12:37 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
130
Seguici su

Un'operazione odontoiatrica ad un animale di zoo è stata effettuata alla Don State Technical University (DSTU), nella Russia meridionale. In presenza di studenti della facoltà di veterinaria dell'ateneo, il primario del centro veterinario educativo "Dentalvet" Anna Spirina ha effettuato l'operazione di ablazione del tartaro ad un procione.

L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
© Foto : DSTU
L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
 L'operazione all'abitante del parco degli uccelli "Malinki" di nome Misha è stata eseguita da primario del centro veterinario educativo "Dentalvet", responsabile ad interim della cattedra di Odontoiatria Veterinaria e Chirurgia Maxillo Facciale presso la DSTU e candidata di scienze veterinarie, Anna Spirina. Gli assistenti dell'intervento sono stati il capo dello studio dentistico della clinica veterinaria "Tsentr" Galina Dubravnaya e, come anestesisti, gli studenti del 4° anno della facoltà di "Bioingegneria e medicina veterinaria" della DSTU.

La veterinaria ha eseguito un esame preventivo in anestesia, ha effettuato una radiografia del cavo orale e la pulizia igienica dei denti. Durante l'operazione, Anna Spirina ha commentato le sue azioni: ha spiegato come tenere l'animale e usare gli strumenti in maniera corretta. L'operazione è durata 1 ora e 20 minuti.

"Ultimamente Misha mangiava male ed era inattivo. Il costante aumento della salivazione ha portato all'infiammazione delle labbra. Per aiutare l'animale, erano necessari un esame completo e un trattamento appropriato", - racconta Anna Spirina. - "Abbiamo effettuato un'operazione di igiene orale standard ed eseguito esami radiografici per rilevare la presenza di patologie nascoste della dentatura. Poi abbiamo individuato la presenza di tartaro e gengivite. Una parte del tartaro si è staccata e ha danneggiato la gengiva. Inoltre, un ramo di 7 mm nel palato duro ha provocato infiammazione, aumento della salivazione e di conseguenza l’animale si rifiutava di nutrirsi. Abbiamo rimosso il corpo estraneo, il tartaro, e abbiamo trattato la bocca con antisettici. L'operazione è stata compiuta senza complicazioni. Abbiamo preparato l'animale per situazioni di vita future in modo che le gengive non facessero male e non ci fosse infiammazione nella cavità orale. Sono grata al team di anestesia, perché il lavoro di qualsiasi medico dipende dalla loro professionalità".

Ad avviso del preside della Facoltà di Bioingegneria e Medicina Veterinaria della DSTU, il professor Alexey Ermakov, oggi i dentisti veterinari sono richiesti in tutto il mondo, questa è una delle specializzazioni ristrette più pagate.

"Tutti gli animali, dagli elefanti ai roditori, hanno bisogno di cure dentali. L'infiammazione del cavo orale può diventare una fonte di infezione per tutto il corpo, l'animale può sviluppare malattie gastrointestinali e della pelle, può essere compromessa la sua salute mentale. Inoltre, i denti svolgono funzioni a cui non pensiamo, ad esempio, gli incisivi tengono la lingua: se cade, inizia a seccarsi e rompersi. Le malattie del cavo orale negli animali possono manifestarsi con i seguenti segnali - mancanza di appetito, dolore durante il pasto - l'animale può strillare e sputare il cibo, può soffrire di alitosi, presenza di placca e tartaro, gengive sanguinanti, fiacchezza e tempo di sonno eccessivo. L'animale perderà peso e non avrà le forze per ripristinare il funzionamento del corpo", ha osservato Alexey Ermakov. 

Ricordiamo che nella primavera del 2020 la DSTU oltre al centro di formazione veterinaria "Dentalvet" ha inaugurato la cattedra base "Odontoiatria veterinaria e chirurgia maxillo-facciale". La preparazione degli specialisti avviene nel dottorato, dopo aver conseguito un diploma di base in medicina veterinaria, e come parte di una formazione professionale aggiuntiva. La materia di odontoiatria veterinaria è inserita nel programma didattico per gli studenti del 4° e 5° anno nella specializzazione "Medicina veterinaria". I corsi post-laurea sono guidati dal professor Aleksey Ermakov, mentre nell'ambito della laurea magistrale a ciclo unico la materia di odontoiatria veterinaria e chirurgia maxillo-facciale è insegnata da Anna Spirina. La cattedra base si trova a Mosca e a Rostov sul Don.

  • L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    © Foto : DSTU
  • L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    © Foto : DSTU
  • L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    © Foto : DSTU
  • L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione
    © Foto : DSTU
1 / 4
© Foto : DSTU
L’operazione odontoiatrica per la cura dentale del procione

 


Il centro di formazione veterinaria "Dentalvet" è stato istituito nel luglio 2012 per l’organizzazione e lo svolgimento di eventi formativi nel campo dell'odontoiatria veterinaria e relative specializzazioni necessarie per garantire l’alta professionalità e l’efficienza del lavoro di un dentista veterinario, nonché anestesiologia, farmacologia clinica e radiodiagnostica. Le attività di "Dentalvet" sono approvate dalla European Veterinary Dental Association (EVDS) e dalla European Veterinary Dental College (EVDC). Nelle attività educative vengono utilizzati programmi di formazione adattati di consulenti scientifici e partner commerciali da Europa, Australia e America.

Il procione comune, della famiglia Procionidi, chiamato Misha è un abitante del pacro di uccelli Malinki. Età - 5 anni. Peso - 6 kg. Lunghezza del corpo - 102 cm. Lunghezza della coda - 67 cm. Altezza al garrese - 30 cm.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook