15:14 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
315
Seguici su

In Francia, così come in Europa in generale, le persone non hanno alternative e sono "rinchiuse", ha affermato l'attore Gérard Depardieu in un'intervista a Sept à Huit. L'attore ritiene che i migranti dovrebbero essere visti come un'opportunità.

Affrontando diversi argomenti nell'intervista, Gérard Depardieu ha toccato in particolare il tema dei migranti e il loro posto nella società. Alla domanda sulla frase tratta dal suo libro "Ailleurs", in cui si dice che "l'unica cosa che ancora mi fa sperare in Francia sono i migranti", ha confermato le sue parole e chiarito il suo pensiero: "I migranti vanno oltre".

Alla domanda della giornalista Audrey Crespo-Mara se dovevano essere visti come il futuro della Francia, l'attore ha risposto affermativamente: "Certo che dovrebbero esserlo!"

Ha poi ricordato che la Francia, come Paese paladino dei diritti umani, ha sempre accolto i migranti. Tuttavia, attualmente, "stanno facendo il contrario".

"Adesso costruiranno muri, come l'altro laggiù, Trump. […] Non è umano costruire muri", sostiene Depardieu.

La Francia è depressa?

Secondo l'attore, la Francia è "triste" da "un po'," ma non solo la Francia, anche l'Europa.

"La gente non ha altro", ha concluso.
Tags:
Società, Migranti, Immigrazione, Gerard Depardieu, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook