15:04 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
181
Seguici su

Il ministero degli Esteri russo ritiene che il Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, Dunja Mijatovic, dedichi poca attenzione alle violazioni sistemiche dei diritti della popolazione di lingua russa in alcuni paesi del Consiglio d'Europa.

"Il commissario nello svolgimento del suo lavoro presta poca attenzione  alle violazioni sistemiche dei diritti dei cittadini di lingua russa in alcuni paesi membri del Consiglio d'Europa", ha detto il Ministero degli Esteri russo in un commento pubblicato sul suo sito web.

Mosca osserva che la Mijatovic sta ignorando la situazione dei diritti umani in Ucraina, dove le autorità calpestano apertamente i diritti e gli interessi della numerosa popolazione di lingua russa.

"Chiediamo alla Mijatovic di prendere finalmente provvedimenti concreti e difendere i diritti della popolazione di lingua russa in Ucraina", ha sottolineato il Ministero degli Esteri russo.

Nel maggio 2019 l'allora presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko, firmò la legge sulla garanzia del funzionamento della lingua ucraina come lingua statale, che prevede l'uso quasi esclusivo dell'idioma nel Paese.

Prima che questa legge fosse approvata, la quota dell'uso della lingua ucraina nelle stazioni televisive e radiofoniche era del 50%, mentre ora è salita al 90%.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook