05:34 20 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Le guide turistiche hanno combattuto per la vita degli squali e dei pesci marlin catturati in reti da pesca abbandonate nelle acque remote delle Isole Galapagos, in Ecuador.

Mentre lavoravano al Galapagos Sky, un tour operator che aiuta a scoprire e proteggere le meraviglie e la bellezza delle Isole Galapagos, vicino all'isola di San Cristóbal, delle guide hanno visto alcuni detriti galleggiare sulla superficie e hanno deciso di andare a raccogliere la spazzatura, riferisce il portale Rumble.

Tuttavia, quando sono arrivati ​​sulla scena hanno incontrato una situazione tragica e sono riusciti a malapena a contenere le lacrime. Hanno scoperto che in realtà si trattava di una lunga fila di reti da pesca alla deriva con più di 15 grandi squali e pesci Marlin intrappolati in esse.

Le guide hanno lavorato per diverse ore, cercando di liberare le creature, ma purtroppo sono sopravvissuti solo due squali.

Secondo la pubblicazione, l'uso di reti da pesca illegali è in aumento nelle Isole Galapagos. I bracconieri spesso fuggono senza nemmeno raccogliere il pescato, per evitare di essere scoperti e controllati. Le loro reti, nel frattempo, vengono abbandonate, intrappolando animali per mesi e anche anni se non vengono tolte dall'acqua.

Correlati:

Galapagos, ritrovata 30 tartarughe di specie considerate estinte - Foto
Le Galapagos, ricercatori attaccano dispositivi di trasmissione agli squali balena
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook