23:26 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
185
Seguici su

Una ristretta cerchia di persone nell'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump è impegnata in colloqui per concludere un accordo nucleare con la Russia prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre, secondo quanto riportato lunedì dal portale di notizie Axios, citando un funzionario dell'amministrazione.

Secondo Axios, citando una fonte dell'amministrazione Trump, sono in corso dei colloqui all'interno di una ristretta cerchia di persone ai massimi livelli nel Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti e nel Dipartimento di Stato. Sono inoltre in corso briefing ad alcuni membri della Commissione per le relazioni estere del Senato degli Stati Uniti e un gruppo di lavoro sulla sicurezza nazionale al Congresso.

L'estensione del nuovo START è stata approvata dal presidente russo Vladimir Putin e dall'ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, che è il contendente di Trump alle elezioni. Trump, a sua volta, ha cercato di redigere un nuovo accordo che coinvolgesse non solo la Russia ma anche la Cina, proprietaria della terza più grande riserva nucleare al mondo.

L'amministrazione statunitense ora cerca di mettere a punto un accordo in una lingua con cui Mosca e Pechino potrebbero convivere, ha detto Axios, citando una fonte informata.

La scorsa settimana, i media hanno riferito, citando fonti, che gli Stati Uniti e la Russia avevano raggiunto un accordo di principio per continuare a porre un limite ai loro arsenali nucleari, il che potrebbe portare a un'estensione del loro unico accordo sul controllo degli armamenti rimasto, il New START, nel mese di ottobre. Commentando la questione per Sputnik, il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha negato che le parti abbiano superato le divergenze nelle loro posizioni al punto da parlre di un accordo a breve.

La Cina ha ripetutamente sottolineato la sua opposizione a prendere in considerazione eventuali patti trilaterali per il controllo degli armamenti nucleari con Russia e Stati Uniti.

L'accordo New START

Dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dal Trattato INF del 1987 con la Russia lo scorso anno, il New START è rimasto l'unico accordo legalmente vincolante sul controllo delle armi nucleari tra i due paesi che possiedono le due maggiori scorte nucleari del mondo. Il trattato è in vigore dal 2011 e scadrà a febbraio 2021 con possibilità di essere rinnovato per altri cinque anni.

Il New START limita a 1.500 il numero di testate nucleari su 700 sistemi di consegna consentiti, con ogni bombardiere pesante equipaggiato per armamenti nucleari che viene contato come una testata, e il numero masimo di lanciatori dispiegati e non schierati a 800. Prevede inoltre 18 ispezioni in loco ogni anno per scopi di supervisione reciproca.

Tags:
trattato New START
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook