01:04 01 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
6225
Seguici su

L'incidente è stato segnalato al Difensore civico per la discriminazione e condannato come un esempio di "sordità" contro la religione cristiana e doppio standard.

A uno studente di 15 anni è stato chiesto di togliere la sua catenina con la croce durante la posa per una foto di gruppo in una scuola svedese all'inizio di questo autunno. Ad altri studenti, invece, è stato permesso di indossare i loro simboli religiosi, ha riferito il quotidiano cristiano norvegese Dagen.

“Indossavo un maglione viola con un colletto, la mia croce era appesa all'esterno. Avevo una catenina piuttosto lunga e una croce di metallo con sopra Gesù”, ha detto il ragazzo al giornale norvegese.

Secondo il 15enne, che ha preferito restare anonimo, una fotografa gli ha chiesto di togliere la croce, azzardando che sarebbe stato offensivo includerla nella foto della scuola. Il ragazzo era certamente scioccato e mortificato, ma ha obbedito e ha riposto la croce in tasca.

“Non sono il tipo a cui piace litigare. Le ho solo lanciato uno sguardo significativo, in modo che lei capisse che pensavo fosse strano. So che chi porta il velo non doveva toglierselo. Naturalmente, non desidero che ciò accada. Ma se io vengo costretto a togliermi la croce, allora lo stesso dovrebbe valere per tutti gli altri simboli religiosi”, ha spiegato il ragazzo.

Il quindicenne dice che lui e la sua famiglia sono fedeli praticanti nella Chiesa di Svezia e che tutti in classe sanno da tempo che è cristiano, il che è completamente accettato e senza problemi.

L'incidente è stato ora segnalato al Difensore civico per la discriminazione (DO) e al Difensore civico dei bambini e degli alunni (BEO).

“Può sembrare una sciocchezza. Ma alla fine si tratta di che tipo di società vogliamo e quanto valga la nostra libertà religiosa. A quel punto un episodio come questo diventa serio e una questione di principio", ha detto il padre del ragazzo. “Non si tratta di nutrire rancore verso la scuola, ma è importante reagire alla sordità di tono che esiste riguardo alla religione, non da ultimo per i bambini e i giovani cristiani”.

Ha anche suggerito che la situazione sarebbe stata completamente diversa se un fotografo scolastico avesse chiesto di togliersi il velo musulmano o una stella ebrea di David.

“Questo sarebbe stato considerato un terribile abuso. Ma quando è un simbolo cristiano, non sembra così grave”, ha riflettuto.

Il preside della scuola ha preso le distanze dall'incidente e ha detto che il fotografo ha commesso un errore. L'azienda fotografica ha risposto che il fotografo aveva un'esperienza limitata con la fotografia scolastica.

Fino al 1919, il sistema scolastico svedese era cristiano e aveva stretti legami con la chiesa. Oggi, la Svezia proibisce che elementi religiosi siano inclusi nel programma scolastico. Nelle scuole indipendenti, le attività extrascolastiche possono contenere elementi religiosi su base volontaria.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook