15:18 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
2281
Seguici su

La flotta della Marina della Repubblica islamica possiede navi che vanno da piccole motovedette e corvette a grandi fregate. Negli ultimi dieci anni, le navi iraniane hanno effettuato visite nei porti di molti Paesi, dalla Siria e dal Sudafrica alla Cina, ma mai nell'emisfero occidentale.

L'Iran si sta preparando a svelare una nuova nave da guerra in grado di circumnavigare il globo tre volte senza rifornimento di carburante, consentendogli di raggiungere qualsiasi punto del pianeta e dando a Teheran una capacità di risposta al dispiegamento di navi da guerra statunitensi al largo delle coste iraniane.

Parlando ai media iraniani sabato, il comandante della marina iraniana contrammiraglio Hossein Khanzadi ha rivelato che la nave ausiliaria, denominata "Golfo Persico", sarà equipaggiata con diversi sistemi d'arma, inclusi missili, droni ed elicotteri.

La nave dovrebbe essere ufficialmente presentata tra il 21 novembre e il 20 dicembre.

Secondo Khanzadi, il dispiegamento della Golfo Persico contribuirà a garantire la "stabilità della difesa e della sicurezza" nella regione e oltre.

Il comandante non ha fornito ulteriori dettagli sulle caratteristiche o capacità della Golfo Persico. Il mese scorso, tuttavia, ha annunciato che la Marina avrebbe presto svelato una nave della  tipologia "dock ship" lunga 231 metri in grado di trasportare fino a sette elicotteri, oltre a droni, missili e attrezzature per la guerra elettronica. Non è chiaro se la "Golfo Persico" e questa nuova nave portuale siano la stessa nave.

L'Iran celebrerà il Giorno della marina il 28 novembre. Quest'anno, la marina dovrebbe prendere in consegna diverse nuove navi da guerra, tra cui la fregata di classe Dena Moudge, il dragamine Saba e una nuova classe di navi missilistiche.

Khanzadi non ha specificato dove potrebbe essere schierata la nuova nave a lunghissimo raggio delle sue forze. Negli ultimi anni, navi da guerra iraniane hanno effettuato visite portuali in tutto il Medio Oriente, in Asia orientale e nella costa orientale dell'Africa, e hanno preso parte a pattugliamenti antipirateria nel Golfo di Aden contro i pirati somali. Tuttavia, fino a ora non ci sono state navigazioni da parte delle navi di Teheran nell'emisfero occidentale.

L'invio di petrolio in Venezuela

Questa primavera, l'Iran ha inviato petroliere civili piene di carburante, cibo e rifornimenti al Venezuela affamato dalle sanzioni, con l'ultima flottiglia arrivata nel paese latinoamericano alla fine di settembre.

Teheran ha anche ripetutamente sollecitato gli Stati Uniti a smettere di dispiegare le loro navi da guerra nel Golfo Persico e in Medio Oriente in generale, proponendo invece che le potenze regionali si occupino della sicurezza della regione. Nel 2019, alle Nazioni Unite, il presidente iraniano Hassan Rouhani ha proposto la creazione di una "Coalizione della speranza" comprendente tutte le nazioni che confinano con il Golfo Persico.

Alla fine del mese scorso, dopo che gli Stati Uniti hanno schierato un gruppo d'attacco di portaerei nel Golfo Persico, Rouhani ha accusato le forze statunitensi in Medio Oriente di minare la stabilità e la sicurezza regionale e ha invitato tutte le nazioni nella regione in cui hanno sede le truppe americane a compiere uno sforzo concertato per espellerli.

Correlati:

USA introducono nuove sanzioni contro l'Iran: nel mirino le banche
Ministero degli Esteri iraniano accusa Azerbaigian e Armenia di violazione dei confini
Ambasciatore russo in Iran: Mosca non avrebbe "problemi" a vendere S-400 a Teheran
Tags:
Marina militare
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook