14:24 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 63
Seguici su

All'inizio di questa settimana, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che l'incidente con il presunto avvelenamento di Navalny era solo un pretesto per l'imposizione di sanzioni contro la Russia che era stato pianificato da tempo.

La Germania deve chiarire la situazione che coinvolge Navalny in Russia in linea con la Convenzione europea di assistenza giudiziaria in materia penale, ha fatto sapere il ministero degli Esteri russo.

Ha aggiunto che "Novichok" è un marchio puramente occidentale, con circa 140 varietà in tutti i paesi occidentali, e che la Russia non ce l'ha.

La Russia ha anche commentato il discorso del ministro degli Esteri tedesco ai legislatori sul "caso Navalny" affermando che l'attacco di propaganda contro Mosca non sta diminuendo.

In precedenza, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha affermato che Berlino discuterà con i suoi partner dell'UE e dell'OPAC una reazione generale all'incidente con Navalny, aggiungendo che l'UE potrebbe "molto rapidamente" imporre sanzioni contro quelle persone che credono siano coinvolte lo sviluppo di armi chimiche in Russia.

Il caso Navalny

Alexey Navalny è stato ricoverato nella città russa di Omsk il 20 agosto dopo un malore durante un volo interno. I medici russi hanno combattuto per la vita di Navalny per 44 ore senza sosta e hanno diagnosticato al paziente una disfunzione metabolica causata da bassi livelli di zucchero nel sangue.

In seguito Navalny è stato trasferito in aereo a Berlino, presso la clinica Charite, dove i medici hanno inizialmente trovato una sostanza relazionata a un gruppo d'inibitori della colinesterasi nel suo organismo, prima di affermare di aver trovato tracce di una sostanza simile al Novichok nel suo corpo.

Allo stesso tempo, è noto che il Bundesnachrichtendienst, il servizio d'intelligence della Repubblica Federale Tedesca, ha avuto accesso all'agente chimico Novichok negli anni '90. Le autorità tedesche non hanno negato il fatto.

Il 23 settembre Navalny è stato dimesso dalla clinica Charite, dove ha trascorso un periodo di degenza di 32 giorni.

Martedì, l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche ha affermato che Navalny è stato avvelenato con una sostanza simile a Novichok, ma non è presente negli elenchi delle sostanze proibite.

Correlati:

Khangoshvili - ucciso a Berlino - era latitante in Russia per attacchi terroristici, incluso Beslan
Berlino rifiuta accesso consolare a Navalny nonostante quarta richiesta di assistenza legale - Mosca
Berlino: sanzioni alla Russia inevitabili se Opcw conferma risultati tedeschi su caso Navalny
Tags:
Heiko Maas
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook