05:42 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Nel distretto di Kezhemsky, nella parte orientale del territorio russo di Krasnoyarsk, è stato dichiarato lo stato di emergenza dopo che circa 500 litri di carburante sono fuoriusciti da una chiatta nel fiume Angara, ha dichiarato sabato il dipartimento regionale del ministero russo per le emergenze.

"A partire dal 9 ottobre, è stato dichiarato lo stato di emergenza nel distretto di Kezhemsky per lo sversamento di prodotti petroliferi nel fiume Angara", si legge nel comunicato.

Le autorità del distretto Kezhemsky hanno affermato che l'incidente ha comportato la fuoriuscita di 500 litri di gasolio nel fiume.

“Non ci sono macchie di carburante, le conseguenze dell'incidente sono state eliminate. Sul posto è arrivato un gruppo di rappresentanti del Comitato Investigativo, del Dipartimento del Ministero dell'Interno, del Dipartimento per la Lotta ai Crimini Economici, dell'amministrazione", hanno aggiunto le autorità locali.

Quest'anno, la Russia ha dovuto affrontare diversi incidenti d'inquinamento significativi, il più grande si è verificato nella città di Norilsk, nel territorio di Krasnoyarsk, alla fine di maggio, quando più di 20.000 tonnellate di carburante sono fuoriuscite da un serbatoio rotto presso la centrale termica ed elettrica N°3, rendendo le rosse le acque di due fiumi artici.

Correlati:

Disastro naturale in Kamchatka, il governatore promette bonifica a Greenpeace Russia
Animali marini morti sulle coste della Kamchatka, Russia
Russia, scoppia incendio nella fabbrica dei missili Sarmat di Krasnoyarsk
Tags:
Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook