04:47 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 32
Seguici su

Il WFP, (Programma alimentare mondiale - World Food Programme) è una delle organizzazioni umanitarie più importanti al mondo che si occupa dei problemi della fame e della sicurezza alimentare. È stata fondata nel 1961 come filiale delle Nazioni Unite.

Il premio Nobel per la pace 2020 è stato assegnato al Programma alimentare mondiale, ha annunciato il Comitato norvegese per il Nobel.

Il ramo dell'assistenza alimentare delle Nazioni Unite è stato premiato "per i suoi sforzi per combattere la fame, per il suo contributo al miglioramento delle condizioni per la pace nelle aree colpite da conflitti e per aver agito come forza trainante negli sforzi per prevenire l'uso della fame come un arma di guerra e di conflitto", ha spiegato il comitato.

"Con il premio di quest'anno, il (Comitato) desidera rivolgere gli occhi del mondo ai milioni di persone che soffrono o affrontano la minaccia della fame", ha detto Berit Reiss-Andersen, presidente del Comitato per il Nobel. "Il Programma alimentare mondiale gioca un ruolo chiave nella cooperazione multilaterale per fare della sicurezza alimentare uno strumento di pace".

Un portavoce del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite ha affermato che il premio è stato un "momento di orgoglio" per l'organizzazione.

Il Programma Alimentare Mondiale è stato istituito nel 1961 dalle Nazioni Unite come meccanismo sperimentale per fornire alimenti alle regioni in crisi ma negli anni è diventato una delle più grandi organizzazioni umanitarie che si occupano dei temi della sicurezza alimentare e della fame.

Il WFP era tra i circa 318 candidati per il prestigioso premio. Tuttavia, i nomi dei contendenti non sono stati resi pubblici, a eccezione di quelli annunciati dai loro nominatori.

Correlati:

I cinesi mangeranno meno per limitare di sprecare milioni di tonnellate di cibo
Fao: eradicazione fame nel mondo entro 2030 è obiettivo praticabile
Il Premio Nobel per la letteratura 2020 è stato assegnato a Louise Glück
Tags:
ONU
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook