15:02 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
4013
Seguici su

Il capo della diplomazia italiana ha sottolineato il ruolo che l'Italia sta svolgendo per garantire una distribuzione equa ed universale del vaccino per il Covid-19 una volta che questo sarà disponibile.

In occasione dell'evento conclusivo del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 tenutosi presso la Farnesina, il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio è intervenuto per fare il punto sulla pandemia di coronavirus e sul suo impatto sulla società.

Secondo Di Maio, l'emergenza ha "dilatato disparità e diseguaglianze, messo in discussioni i processi di sviluppo e inasprito le fragilità", con il capo della diplomazia italiana che ha citato l'aumento della povertà: 71 milioni di persone in più rispetto ad inizio 2020.

Di Maio ha quindi messo in evidenza due sfide che attenderanno l'Italia e gli altri Paesi nei prossimi mesi. La prima riguarda il vaccino per il Covid-19, per il quale Di Maio ha invocato una "equa ed universale distribuzione" tra la popolazione, così che tutti possano averne accesso al più presto possibile.

"Difendere la salute degli altri è giusto ma significa anche difendere la nostra salute", ha sottolineato Di Maio, affermando quindi che l'Italia è in campo per far sì che venga garantito un "equo accesso del vaccino a 92 Paesi a medio e basso reddito". 

La seconda sfida, invece, verterà sul garantire una ripresa economica sostenibile e duratura ad un comparto economico martoriato dall'insorgenza del nuovo agente patogeno di origine cinese:

"La seconda sfida, una volta sconfitta la pandemia, sarà assicurare una ripresa all'insegna di equità, sostenibilità e resilienza", ha detto Di Maio che poi ha ricordato come l'Italia abbia "promosso iniziative concrete in tutti i fora di cooperazione".

Nota finale sul prossimo G20 previsto nel 2021, nel corso del quale l'Italia avrà l'onere e l'onore di essere presidente, ha garantito Di Maio, si impegnerà nella promozione di una "leadership multilaterale su temi globali" in grado di risolvere le sfide future.

Il Festival Sviluppo Sostenibile 2020

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile, in programma dal 22 settembre al 8 ottobre 2020, è la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 dell'Onu e i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. 

Nel corso della giornata conclusiva si terrà la presentazione il Rapporto ASviS 2020, L'Italia e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, che sarà illustrato dal Portavoce dell'ASviS Enrico Giovannini.

Oltre a quello del ministro degli Esteri Di Maio, sono previsti gli interventi in video-collegamento di del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, e del Commissario Europeo agli Affari Economici, Paolo Gentiloni, ed in presenza del Presidente dell'ASviS, Pierluigi Stefanini, del Vicesegretario Generale delle Nazioni Unite, Amina J. Mohammed e dei rappresentanti delle giovani generazioni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook