06:01 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
6218
Seguici su

Un documento in tal senso è stato pubblicato sul sito ufficiale del Dipartimento per la sicurezza nazionale.

Il Dipartimento per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha inserito la Federazione Russa nella lista delle minacce per il paese, con un documento che è stato pubblicato sul sito ufficiale del dicastero.

Scendendo nel dettaglio, gli Stati Uniti hanno fatto riferimento alle azioni della Russia, dell'Iran e della Cina tese ad una "ingerenza nelle elezioni" e relative alla pandemia di coronavirus. Nel rapporto viene inoltre affermato che questi Paesi potrebbero tentare di provocare degli intoppi nell'infrastruttura elettorale, minare la fiducia nelle autorità americane e incrementare la tensione sociale.

"La Russia, essendo tra i paesi più dotati al mondo per la guerra cybernetica, potrebbe distruggere o danneggiare le infrastrutture vitali degli Stati Uniti d'America con l'ausilio di cyberattacchi", si legge nel testo del documento.

L'intelligence americana ha inoltre indicato che Mosca, grazie al cyberspionaggio, potrebbe essere in grado di entrare in possesso di informazioni economiche e politiche sensibili per la sicurezza nazionale.

Le accuse del capo dell'FBI

In precedenza il direttore dell'FBI Christopher Wray ha dichiarato che la Russia cercherà di esercitare la propria influenza sull'esito delle elezioni americane del 2020, senza tuttavia corroborare con delle prove le proprie speculazioni.

La Russia ha più volte negato che possa aver luogo da parte sua un qualsiasi tentativo di ingerenza nella politica interna degli USA.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook