15:04 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
303
Seguici su

I miti e le leggende affrontati dall'autore del libro includono i Protocolli degli Anziani di Sion e le speculazioni sul volo di Rudolf Hess in Scozia nel 1941.

In un nuovo libro il famoso storico britannico Sir Richard J. Evans si è impegnato a smontare diverse teorie del complotto relative alla Germania nazista e al suo famigerato leader Adolf Hitler.

Il volume, intitolato 'The Hitler Conspiracies: The Third Reich and the Paranoid Imagination' ('La cospirazione hitleriana: il Terzo Reich e l'immaginazione paranoica'), affronta diversi miti, incluso uno riguardante proprio Hitler che sarebbe fuggito in Sud America alla fine della Seconda guerra mondiale piuttosto che suicidarsi a Berlino.

"Nonostante tutte le prove contrarie, nel 21° secolo sono apparse sui libri più argomentazioni riguardo la sopravvivenza di Hitler in Argentina che in tutti i 55 anni precedenti", ha scritto Evans come citato dal 'Financial Times'.

Secondo il quotidiano, lo storico ha anche affossato la serie televisiva di tre stagioni 'Hunting Hitler', che è stata trasmessa da History Channel dal 2015 al 2018, basata su "speculazioni sulla sopravvivenza del dittatore".

La serie è stata criticata da Evans come piena di "allusioni, suggerimenti e invenzioni" mentre praticamente non ha fatto "alcuno sforzo per affrontare le prove concrete della morte di Hitler compilate dagli investigatori nel 1945", come ha detto il giornale.

Altre teorie affrontate da Evans nel suo libro - e la cui credibilità sarebbe stata "demolita" - includono i Protocolli degli Anziani di Sion, una bufala dell'inizio del XX secolo che sostiene una "cospirazione ebraica mondiale"; la cosiddetta leggenda della "pugnalata alle spalle" che postula che i traditori interni siano stati responsabili della sconfitta della Germania nella Prima guerra mondiale; il volo di Rudolf Hess del 1941 in Scozia, "falsamente descritto come un autentico tentativo di pace nazista o un complotto inventato dai servizi segreti britannici"; speculazioni sui nazisti che potrebbero essere responsabili dell'incendio del Reichstag del 1933.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook