11:51 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (122)
170
Seguici su

Il Venezuela è stato uno dei 27 Paesi a mostrare interesse all'acquisto di Sputnik V, il primo vaccino al mondo contro il coronavirus. Ad agosto, Caracas si è detta pronta a fornire assistenza nei test e nella produzione del vaccino di fabbricazione russa.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha elogiato il suo "Hermano Presidente" (Fratello Presidente) Vladimir Putin e il popolo russo per aver permesso al suo Paese di diventare il primo nel continente americano ad avviare i test clinici della fase 3 del vaccino russo contro il coronavirus Sputnik V.

Lo "Sputnik V è qui!" Maduro ha twittato, accompagnando il suo post con le foto dell'arrivo di grandi borse mediche contenenti il ​​vaccino venerdì in una piccola cerimonia alla presenza del ministro degli Esteri venezuelano Jorge Arreaza, del vicepresidente Delcy Rodriguez e di altri funzionari venezuelani. 

“Siamo il primo Paese dell'emisfero occidentale ad iniziare la fase 3 degli studi clinici di questo vaccino contro il Covid-19. A nome del popolo venezuelano, ringrazio il fratello presidente Vladimir Putin e il popolo russo per la loro dimostrazione di solidarietà”, ha scritto Maduro.

La vicepresidente Rodriguez ha annunciato venerdì che il Venezuela intende avviare la produzione di Sputnik V nelle proprie fabbriche di farmaci. Il Fondo russo per gli investimenti diretti, uno degli sviluppatori del vaccino, ha confermato venerdì che il lotto di vaccini è stato consegnato in Venezuela e ha osservato che i volontari avrebbero iniziato a testare il vaccino come parte di studi clinici in doppio cieco, randomizzati e controllati con dei placebo.

Circa 2.000 venezuelani si sono offerti volontari per aiutare a testare il vaccino fatto in Russia.

Il vaccino russo Sputnik-V

Sviluppato dall'Istituto di ricerca di epidemiologia e microbiologia Gamaleya con sede a Mosca, Sputnik V è stato registrato dal ministero della Salute russo l'11 agosto, con i test di fase 3 attualmente in corso. Oltre al Venezuela, oltre due dozzine di altri paesi hanno espresso interesse all'acquisto del vaccino, con ordini di più di un miliardo di dosi.

A metà agosto, il presidente Maduro ha detto che avrebbe "dato l'esempio" e sarebbe diventato "il primo a farsi vaccinare" con il vaccino russo quando sarebbe stato disponibile nel suo paese. Dopodiché, ha detto, il ministero della Salute assicurerà la vaccinazione degli operatori sanitari, degli anziani e di chi soffre di problemi di salute.

Il coronavirus in Venezuela

Il Venezuela è stato uno dei primi Paesi dell'America Latina a prendere forti precauzioni contro il coronavirus all'inizio di quest'anno ed è riuscito a mantenere costante il numero di casi e le vittime, con oltre 76.800 casi, oltre 67.200 guarigioni e 643 decessi segnalati in questo momento. In confronto, il vicino Brasile ha segnalato oltre 351.000 casi e oltre 8.800 decessi, mentre la Colombia ha segnalato oltre 91.000 casi e oltre 2.700 decessi.

Caracas è riuscita a resistere al virus nonostante un rigido regime di sanzioni statunitensi, che ha causato carenze di tutti i tipi di merci, dal cibo e dal carburante alle forniture mediche. L'approccio del Venezuela includeva la chiusura dei suoi confini e la creazione di un piano completo di risposta alle emergenze, comprese le visite casa per casa di medici, una campagna organizzata dalla comunità per la consegna di cibo e la mobilitazione di risorse da aggiungere alla capacità di cure mediche della nazione.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (122)

Correlati:

Coronavirus in Russia: 1.204.502 contagi (+9.859), 21.251 decessi (+174), 975.859 guarigioni(+5.563)
Coronavirus, la Russia aiuta anche il Venezuela: a Caracas consegnati kit per i test
Arrivato in Venezuela primo lotto di vaccino russo anti-Covid "Sputnik V" - Foto
Tags:
Vladimir Putin
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook