06:00 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
2111
Seguici su

Un tribunale della Cina centrale ha condannato a morte una maestra d'asilo per aver avvelenato venticinque bambini e averne ucciso uno. Tra le motivazioni della sentenza spicca il movente – lo avrebbe fatto per vendetta contro una collega.

L'insegnante, Wang Yun, aggiunse del nitrito di sodio alla zuppa d’avena che i bambini consumarono la mattina del 27 marzo 2019 in una scuola materna di Jiaozou, città della Cina centro-orientale con oltre 3 milioni e mezzo di abitanti nella provincia di Henan.

Secondo la sentenza emessa lunedì dalla Corte del Popolo, la donna, che già aveva tentato di uccidere il marito con lo stesso metodo, sarebbe stata motivata dalla rivalità nei confronti di una collega su "questioni relative alla gestione degli studenti”. Per quell’effimero movente – vendetta e rivalità – la maestra Wang Yun avvelenò l’intera classe della collega.

L’episodio di cronaca aveva sconvolto l’intero Paese e la notizia fatto il giro del mondo. Il tribunale ha sottolineato nella sentenza come la condotta dell’insegnante fosse stata "spregevole e crudele”, nonché motivata da futili motivi, e che per questo non poteva che essere punita con il massimo della pena.

Quasi tutti i bambini si sentirono male dopo aver consumato la colazione avvelenata, iniziarono a vomitare e vennero ricoverati. Nonostante la tempestività degli interventi uno di loro non superò la crisi da intossicazione e morì.

Le sostanze usate per avvelenare i bambini

Il nitrito di sodio e il nitrato di sodio sono sostanze composte da azoto ed ossigeno normalmente presenti in natura ma che possono essere letali per l’uomo in dosi elevate. Vengono usati per la concimazione (pratica via via che sta andando in disuso per via degli effetti sulle falde freatiche) e nell’industria alimentare in piccole quantità (conservanti rispettivamente E250 e E251).

In concentrazioni superiori ai 5 grammi sono in grado di uccidere un uomo adulto. Sono sostanze facilmente solubili in acqua, e di per sé facilmente confondibili con il porridge per colore e consistenza. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook