06:05 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
6118
Seguici su

In precedenza la Merkel aveva condannato le violenze perpetrate da parte delle forze dell'ordine bielorusse nei confronti dei manifestanti dell'opposizione.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato che la Germania non riconosce la nomina di Aleksandr Lukashenko come presidente della Repubblica di Bielorussia e ha esortato quest'ultimo ad aprire un canale di dialogo con l'opposizione e a cessare l'opera di repressione contro i manifestanti.

"Non riconosciamo la nomina del presidente Lukashenko. Lo esortiamo a dialogare con il suo popolo senza intromissioni da parte dell'Occidente e dell'Oriente. Condanniamo ciò che succede lì ogni giorno, ed in particolare la distruzione del processo democratico, e la violenza contro le opposizioni.

Alla fine del proprio intervento Angela Merkel ha ribadito la propria intenzione di incontrarsi con la leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya.

Nella giornata di ieri la stessa Tikhanovskaya, in seguito ad un incontro col capo di stato francese Emmanuel Macron, avvenuto in Lituania, ha annunciato che nel prossimo futuro interverrà di fronte al Parlamento francese.

Venerdì scorso il Cremlino ha espresso delle forti critiche alla politica europea e al categorico rifiuto di riconoscere la presidenza di Aleksandr Lukashenko.

Proprio la scorsa settimana quest'ultimo ha prestato giuramento come presidente bielorusso. Washington ed i suoi alleati nell'Unione Europea hanno già condannato l'insediamento e non considerano Lukashenko il legittimo presidente del Paese.

Le proteste in Bielorussia

A partire dal 9 agosto l'opposizione bielorussa ha organizzato una serie di proteste per contestare i risultati delle elezioni presidenziali in cui il capo di Stato in carica Alexander Lukashenko è stato rieletto per il sesto mandato con l'80% dei voti. L'opposizione insiste che la sua candidata, Svetlana Tikhanovskaya, abbia vinto le elezioni.

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha ripetutamente accusato le nazioni occidentali di ingerenza diretta. Mosca ha inoltre espresso preoccupazione per le manifestazioni di ingerenza straniera negli affari interni della Bielorussia.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook