13:32 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

La Corea del Nord ha chiesto a Seul di interrompere le operazioni navali di ricerca del corpo di un militare ucciso nelle acque meridionali, ritenute una minaccia per la sicurezza nazionale.

La Corea del Nord ha intimato alla marina sudcoreana di non entrare nelle proprie acque territoriali, mentre Seoul effettua le operazioni di ricerca del corpo di un ufficiale sudcoreano abbattuto in mare dalle truppe di Pyongyang. Lo ha riferito questa domenica la stampa nazionale.

Sarà Pyongyang ad avviare per conto proprio le operazioni di ricerca della salma, per evitare il rischio di un aumento delle tensioni fra i due Paesi.

"Non possiamo mai ignorare un'intrusione nelle nostre acque territoriali e mettiamo in guardia il Sud contro tali azioni", ha detto l'agenzia di stampa ufficiale nordcoreana KCNA, temendo il rischio di "un altro orribile incidente".

Seul non ha commentato le dichiarazioni della Corea del Nord.

Il primo sudcoreano ucciso dall'esercito nordcoreano in 10 anni

Un funzionario dell'industria della pesca della Corea del Sud è stato ucciso martedì da soldati nordcoreani. Questa è la prima volta in un decennio che avviene un episodio del genere.

Kim Jong-un questo venerdì ha espresso il suo rammarico per la morte del civile. La dichiarazione suggerisce che il leader nordcoreano Kim Jong-un si sia scusato per lo "sfortunato incidente", affermando di essere "molto dispiaciuto" in un avviso formale inviato alla sua controparte sudcoreana.

Pyongyang ha promesso di prendere misure per evitare che simili tragedie si ripetano. Seoul ha anche chiesto a Pyongyang "di fornire spiegazioni e punire i responsabili".

Tags:
Corea del Nord, Corea del Sud
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook