13:24 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
252
Seguici su

Il Venezuela continuerà la cooperazione militare con Russia, Cina e Iran nonostante i suoi piani per sviluppare i propri sistemi di armamento, ha detto venerdì il presidente Nicolas Maduro.

All'inizio della giornata, Maduro ha parlato in occasione della commemorazione del 15esimo anniversario delle operazioni di comando strategico del Venezuela, affermando che il Paese sta progettando di fabbricare le proprie armi e che uno speciale consiglio militare e scientifico è stato istituito per questo preciso scopo.

"Abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per creare il nostro sistema di armi, pur continuando la cooperazione con Russia, Cina, Cuba, Iran e il mondo intero, continueremo a ricevere da loro dati scientifici, tecnologici, legati alle armi e, naturalmente, assistenza strategica, ma dobbiamo muoverci verso l'indipendenza ", ha detto Maduro.

Russia e Venezuela hanno intrattenuto rapporti estremamente buoni per decenni, con Mosca che è uno dei principali fornitori di armi e tecnologia militare di Caracas.

Lunedì, gli Stati Uniti hanno imposto ulteriori sanzioni contro Maduro per la sua cooperazione con l'Iran. Secondo il segretario di Stato americano Mike Pompeo, "per quasi due anni, funzionari corrotti a Teheran hanno lavorato con il regime illegittimo in Venezuela per infrangere l'embargo sulle armi delle Nazioni Unite".

In risposta, il ministero degli Esteri venezuelano ha affermato che Caracas considera le nuove sanzioni statunitensi contro il presidente del paese una forma di aggressione, aggiungendo che la Casa Bianca non può impedire al paese di costruire relazioni commerciali ed economiche con l'Iran.

La crisi del Venezuela

Il Venezuela è alle prese con una crisi politica dall'inizio dello scorso anno, dopo che Juan Guaidò, che all'epoca guidava l'Assemblea nazionale controllata dall'opposizione, si è autoproclamato presidente a interim, cercando di estromettere dal potere il presidente rieletto Nicolas Maduro.

Washington e alcuni paesi occidentali hanno dato sostegno a Guaidò e imposto sanzioni al Venezuela e congelando i suoi beni all'estero. Maduro ha accusato l'Occidente di usare le sanzioni per spodestarlo, e di appropriarsi dei beni del Venezuela e le risorse di petrolio e gas.

Russia, Cina, Turchia e altre nazioni hanno sostenuto Maduro come legittimo presidente del Venezuela.

Correlati:

Maduro accusa gli USA di aver dato via libera alla CIA a organizzare attentati in Venezuela
Venezuela, Maduro annuncia la cattura di una spia degli Usa
Sanzioni USA contro Maduro, Venezuela: "Un atto di aggressione"
Tags:
Nicolas Maduro, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook