05:34 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (111)
212
Seguici su

Il mondo rischia 2 milioni di morti a causa della pandemia in alto se gli Stati non interverranno adeguatamente per stroncare la diffusione del virus. Per il vaccino ci vorranno altri 9 mesi.

Mentre l’Europa si avvia verso un sentiero molto pericoloso che potrebbe condurla a vivere una seconda pesante fase di recrudescenza della pandemia, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) avverte che il mondo rischia i 2 milioni di morti se si continua di questo passo.

Nel briefing di questa mattina il direttore per le emergenze Michael Ryan è stato molto netto nel rispondere alla domanda di un giornalista:

“Abbiamo perso un milione di persone in nove mesi e potrebbero volerci altri nove mesi prima di avere il vaccino. Siamo pronti a fare ciò che è necessario per evitare quella cifra?”

L’alto dirigente dell’OMS sprona gli Stati ad agire adesso, altrimenti “guarderemo a quel numero, e purtroppo ad uno molto più alto”.

Attenti sembra dire l’OMS, se non fate nulla o poco per arginare il contagio ci saranno altri cari da piangere, altre bare da seppellire.

La situazione della pandemia a livello globale

Sono 32.569.636 i casi di covid-19 accertati secondo il Centro CSSE delal Johns Hopkins University, e 988.996 i morti ufficiali.

Gli Stati Uniti hanno superato i 7 milioni di casi e superato anche i 200mila morti. In Europa (UE/EEA e UK) secondo i dati diffusi dall’ECDC, i casi accertati sono 3.067.987, e 187.876 sono i decessi.

Segue l’India con 5,9 milioni di casi e 93.379 decessi dichiarati, quindi il Brasile con 4.689.613 casi dichiarati e 140.537 morti.

Tema:
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (111)

Correlati:

Dopo l’OMS anche Briatore elogia l’Italia per gestione covid-19, ma per i fan ha l’Alzheimer
OMS: un altro milione di morti per Covid se non si adotteranno misure più severe
L’economia mondiale perde 7.000 miliardi per il coronavirus
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook