00:55 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 54
Seguici su

Un attacco all'arma bianca si è verificato nei pressi dell'ex sede di Charlie Hebdo a Parigi. Secondo gli ultimi aggiornamenti, l'aggressore è stato arrestato. Arrestato anche un secondo sospetto.

A Parigi, vicino all'ex sede di Charlie Hebdo, settimanale satirico francese il quale nel 2015 ha subito un attentato alla sua sede che ha provocato 12 morti, si è verificato un attacco all'arma bianca. Quattro persone sono rimaste ferite. Secondo la polizia parigina due dei quattro feriti sono in condizioni gravi. 

Secondo Le Parisien l'uomo era armato di un machete ed è stato arrestato dalle forze dell'ordine. Poi è stato rivelato che un secondo sospetto è stato arrestato dalla polizia. 

Secondo quanto riportato dai media, l'aggressore è stato arrestato sui gradini dell'Opera della Bastiglia. In precedenza i media avevano riferito che due erano i sospetti dell'attacco.

La polizia di Parigi aveva precedentemente affermato con un tweet lo svolgimento di un'operazione nella zona, invitando allo stesso tempo i cittadini ad evitare di recarsi nella zona. Tuttavia, il tweet non ha fornito alcuna informazione sull'operazione.

​Il primo vicesindaco di Parigi, Emmanuel Gregoire, a sua volta aveva scritto sui social che "un individuo potenzialmente pericoloso" era ricercato dalla polizia della zona.

I fatti sono avvenuti vicino all'edificio che ospitava la redazione della rivista satirica Charlie Hebdo, teatro di un attentato terroristico nel 2015 in cui sono morti 12 persone. I terroristi, irritati dalle vignette satiriche del profeta Maometto, il giorno successivo hanno anche ucciso un agente di polizia e altre quattro persone nel negozio Hypercacher il 9 gennaio.

L'editore ha recentemente ristampato le vignette alla vigilia del processo a 14 sospetti accusati di aver contribuito a perpetrare l'attacco.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook