11:52 20 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Questa settimana è stato riferito che il Regno Unito dovrebbe diventare il primo paese a tenere controverse test umani del COVID-19 infettando i partecipanti con Sars-Cov-2 nel tentativo di testare l'efficacia del suo vaccino anti-coronavirus.

I ricercatori presso il governo del Regno Unito hanno avvertito che il primo vaccino contro il coronavirus probabilmente ridurrà i sintomi del COVID-19 ma non fornirà immunità permanente alle persone, secondo il Times.

Il Chief Medical Officer del Regno Unito, il professor Chris Whitty, ha affermato che le iniezioni contro il coronavirus avranno solo un tasso di effiacia compreso tra il 40% e il 60% - proprio come i vaccini antinfluenzali - ed è altamente improbabile che impediranno completamente il contagio.

Lo ha ribadito Charlie Weller, il capo dei vaccini presso il Wellcome Trust, che ha insistito sull'importanza di "gestire le aspettative di tutti su ciò che questi primi vaccini apripista possono effettivamente fare", poiché l'introduzione del vaccino dovrebbe essere ancora accompagnata da altre restrizioni.

“C'è molta speranza, comprensibilmente, riposta su questo vaccino, questa meravigliosa dose che darà piena immunità a vita e ci riporterà alla normalità il giorno successivo, ma non sarà la soluzione perfetta; non sarà un proiettile d'argento", ha avvertito la ricercatrice.

Volontari verranno "deliberatamente" infettati con il COVID-19

Il Regno Unito è destinato a essere il primo paese al mondo a testare un vaccino contro il coronavirus infettando volontari sani con Sars-Cov-2, secondo quanto riportato dal Financial Times, citando diverse persone coinvolte nello studio.

Nei cosiddetti "COVID-19 human challenge trials", che saranno finanziati dal governo del Regno Unito, i partecipanti riceveranno il vaccino e poi, circa un mese dopo, una dose di Sars-Cov-2 che normalmente causa la malattia correlata al coronavirus.

Gli studi, che sono più controversi degli studi tradizionali, sono destinati a "svolgere un ruolo vitale nel restringere l'ampio campo dei vaccini COVID-19", secondo il rapporto, fondamentalmente valutando direttamente la loro efficacia.

L'interruzione dei test di AstraZeneca

Il terzo ciclo di test per il vaccino anti-coronavirus AstraZeneca è stato interrotto dopo che in uno dei volontari nel Regno Unito è apparsa una reazione avversa.

In particolare secondo il portavoce di AstraZeneca, il "processo di revisione standard ha portato a una pausa per la vaccinazione per consentire la revisione dei dati sulla sicurezza". La natura del possibile effetto collaterale non è stata immediatamente stabilita, con rapporti che lo descrivono solo come un "effetto potenzialmente inspiegabile".

Successivamente la compagnia farmaceutica AstraZeneca ha annunciato di aver ripreso le sperimentazioni cliniche del vaccino contro COVID-19 dopo aver ricevuto l’autorizzazione delle autorità britanniche a seguito della comparsa di una reazione avversa in un volontario.

Il vaccino russo Sputnik V

Il vaccino "Sputnik V", sviluppato dall'istituto Gamaleya e dal Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF), è stato registrato ad agosto. RDIF ha ora ricevuto richieste per oltre 1,2 miliardi di dosi di vaccino Sputnik V per il 2020-2021. Più di 50 paesi della CSI, Europa, Asia, Medio Oriente e America Latina hanno presentato richieste pper il vaccino. In precedenza, RDIF ha annunciato degli accordi raggiunti con i partner in Messico per la fornitura di 32 milioni di dosi, in Brasile - fino a 50 milioni di dosi e in India - 100 milioni di dosi.

In precedenza Vladimir Putin ha offerto la vaccinazione con questo preparato a tutti i membri dell'ONU a titolo gratuito.

Il secondo vaccino prodotto in Russia, sviluppato dal Centro di ricerche Vector e denominato EpiVacCorona, dovrebbe essere registrato entro il 15 ottobre. Una volta completata la registrazione, sarà sottoposto a studi clinici con 5.000 volontari, in particolare quelli con malattie croniche e quelli di età pari o superiore a 60 anni.

Correlati:

RDIF fornirà fino a 35 milioni di dosi di vaccino Sputnik V all'Uzbekistan
Regno Unito "infetta deliberatamente" volontari con il coronavirus per testare il vaccino anti-COVID
Russia, Centro Gamaleya inizia a testare vaccino anti-Covid "Sputnik V" su gruppi a rischio
Tags:
Regno Unito, vaccino
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook