13:36 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
210
Seguici su

Un piccolo borgo nello Stato di New York, ha votato per mantenere il proprio nome - Swastika, affermando che i fondatori della città la chiamarono così in onore dell’antico simbolo sanscrito e non di quello dell’odio nazista.

Il consiglio comunale della città di Black Brook, cui fa capo amministrativamente il borgo, ha votato all'unanimità per non cambiare il nome, ha detto alla CNN Jon Douglass, supervisore della città.

Swastika è il nome che le diedero i primi coloni intorno al 1800 e si basa sul simbolo e la parola sanscrita che significa “benessere”, ha spiegato Douglass, che ha sottolineato:

"Ci rammarichiamo che le persone, al di fuori della zona, che non hanno conoscenza della storia della nostra comunità, si offendano quando vedono il nome. Per i membri della nostra comunità, che questo consiglio rappresenta, quello è il nome che hanno scelto i loro antenati".

Il voto segue una resa dei conti nazionale con ciò che il simbolo significa nell'America moderna.

Nell'aprile 2019, un quartiere in una città del Colorado, nei pressi di Denver, ha votato per cambiare il suo nome da Swastika Acres a Old Cherry Hills. L'area era stata una volta sede della Denver Land Swastika Company, una società che scelse il suo nome prima che i nazisti adottassero il simbolo della svastica.

In Nord america risultano almeno altre località chiamate ‘Swastika’ – una montagna in Oregon, una miniera in Arizona, e una piccola località in Canada.

Le origini del simbolo

Il termine ‘swastika’, in italiano solitamente scritto ‘svastica’, deriva da una parola sanscrita che significa "buona fortuna", secondo lo stesso United States Memorial Holocaust Museum. Il simbolo apparve per la prima volta circa 7.000 anni fa ed è considerato un simbolo sacro nell'induismo, nel buddismo, nel giainismo e in altre credenze. A volte adorna le pareti delle case o dei templi. Il simbolo divenne popolare in Europa tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo, in parte quando gli europei impararono a conoscere le antiche civiltà attraverso il lavoro degli archeologi. Il partito nazista adottò la croce uncinata come simbolo nel 1920 durante un periodo in cui altri movimenti nazionalisti di estrema destra in Europa stavano iniziando a usarla, spiega il Memorial.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook