04:36 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 19
Seguici su

Quattro membri in servizio dell'esercito nordcoreano presumibilmente coinvolti nel condurre un drammatico tentativo di omicidio contro il leader supremo della Corea del Nord sarebbero stati scoperti dalle autorità sudcoreane mentre cercavano di fuggire in Giappone su un peschereccio.

Il leader supremo della Corea del Nord Kim Jong-un è riuscito a sopravvivere a un tentativo di omicidio da parte di un gruppo di soldati dell'esercito del suo paese nel 2018, ha detto alla rivista giapponese Shukan Gendai l'ammiraglio Katsutoshi Kawano, capo di stato maggiore delle forze di autodifesa giapponesi.

Kawano ha detto che quattro agenti militari nordcoreani hanno cercato di uccidere Jong-un in una località balneare nella regione di Wonsan-Kalma, che Kim Jong-Un visitava regolarmente.

"I tentativi da parte dell'esercito nordcoreano di assassinare il presidente Kim Jong-un nella regione di Wonsan-Kalma non hanno avuto successo", ha detto Kawano, come affermato da The Sun. "Quattro persone sono fuggite quel giorno e si sono dirette verso il Giappone via mare."

Il capo della difesa giapponese ha aggiunto che l'incidente non ha ottenuto una copertura mediatica significativa perché i media erano impegnati in una disputa tra una nave da guerra sudcoreana e un aereo da pattugliamento giapponese che avveniva in quel momento.

Dopo il tentativo di assassinio, secondo Kawano, la Corea del Sud ha schierato un cacciatorpediniere missilistico guidato nella regione di Wonsan-Kalma dopo aver ricevuto informazioni dall'ufficio di collegamento inter-coreano a Kaesong, vicino al confine.

L'omicidio di Kim Jong-nam

Nel febbraio 2017, il fratellastro di Kim Jong-un, Kim Jong-nam è stato vittima di un tentativo di omicidio che sarebbe stato ordinato da Jong-un stesso. Il figlio maggiore dell'ex leader nordcoreano Kim Jong-il è stato ucciso con l'agente nervino VX in Malesia all'aeroporto di Kuala Lumpur mentre stava aspettando di prendere un volo per Macao per visitare la sua famiglia, secondo la polizia.

Due donne, anch'esse intossicate dagli effetti delle armi chimiche, sono state arrestate e accusate di aver spruzzato l'arma chimica sul volto di Jong-nam. Hanno affermato di essere state indotte a credere che si trattasse di una trovata televisiva. Il processo è ancora in corso. Se condannati, Siti Aisyah e Doan Thi Huong potrebbero essere impiccate.

Correlati:

Studentesse schiave? Viaggio nella squadra del piacere di Kim Jong-un
Corea del Nord, 5 alti funzionari giustiziati per delle critiche a Kim Jong-un
Corea del Nord, Kim Jong-un presiede riunione su emergenza Covid e tifone Bavi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook